La vicenda

Piazzetta Stallone, le reazioni dell'opposizione

PrimaVera Alternativa, Sinistra Italiana e Partito Democratico concordi nel biasimare l'operato dell'amministrazione comunale

Politica
Giovinazzo giovedì 09 gennaio 2020
di La Redazione
Piazzetta Stallone, i lavori per la costruzione della velostazione
Piazzetta Stallone, i lavori per la costruzione della velostazione © Michele De Cicco

È un coro unico quello che si alza dai partiti di opposizione di Giovinazzo sulla vicenda della rimozione di alcuni alberi da piazzetta Stallone. PrimaVera Alternativa, Sinistra Italiana e Partito Democratico biasimano all'unisono l'operato dell'amministrazione comunale circa i lavori necessari per la costruzione della velostazione, per i quali si è resa necessaria la rimozione di 4-5 alberi che, come ha precisato il sindaco Depalma, verranno tutti ripiantati.

«Vergogna» tuona Pva che ha pubblicato un video della rimozione degli alberi sulla propria pagina Facebook. «Questa scellerata amministrazione ha abbattuto con crudeltà alberi forti e rigogliosi che hanno accompagnato la crescita di intere generazioni! Giovinazzo è forse l'unico posto al mondo dove scelte "green" come una velostazione vengono attuate con l'abbattimento di alberi e contro la volontà di un intero quartiere! Dopo l'orribile scempio della Greenway ed il cantiere fermo della casa di riposo l'ennesima brutta pagina della peggior amministrazione che questa città abbia mai avuto!». «Mandiamoli a casa» è la chiosa del movimento politico.


Sulla stessa lunghezza d'onda anche Sinistra Italiana: «Nella città più "green" - scrive il partito in un post su Facebook - del reame si abbattono bellissimi cipressi e cedri del Libano (che abitano quella piazzetta indisturbati da molti decenni) per far posto ad una "necessaria" velostazione che andrà a completare la monumentale quanto deserta rete di ciclabili denominata green way. Green solo sulla carta. La carta dei soldi della Comunità Europea, delle schede elettorali, dei Premi Urban Promo... Ma per fare la carta, si sa, ci vuole il legno. Per fare il legno ci vuole l’albero... Per non parlare dei prossimi festeggiamenti per Sant’Antonio e i suoi “fuochi amici”. Insomma: il sacrificio è "necessario"! Giovinazzesi, facciamocene una ragione. Testa bassa e pedalare».

Negativo è anche il commento del Partito Democratico: «Uno scandalo assoluto - si legge in una nota apparsa su Facebook - oltre che una contraddizione del sindaco Tommaso Depalma che predica una città green e che fa? Rade al suolo uno dei pochissimi angoli verde del paese per questo capriccio da amministratore senza badare alle conseguenze. Una vergogna per il paese costretto a subire le decisioni scellerate di questo amministratore».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 10 gennaio 2020 alle 13:26 :

    Il green, le piste ciclabili e le velostazioni sono solo un aspetto di un gigantesco businnes che li usa come giustificarsi di spesa pubblica, ovvero spreco. Rispondi a Maria P.