L'impianto di San Pietro Pago

Discarica, indetta una manifestazione per la tutela della salute e dell'ambiente

Il corteo si terrà sabato 17 novembre alle 18,30 con partenza dal piazzale stazione di Giovinazzo

Attualità
Giovinazzo sabato 10 novembre 2018
di La Redazione
Discarica, il percolato
Discarica, il percolato © Pva Facebook

Un manifestazione per la tutela della salute e dell'ambiente sulla vicenda della discarica di San Pietro Pago. Il corteo, che si terrà sabato 17 novembre, alle 18,30 con partenza dal piazzale della stazione è stato indetto dal "Comitato 17 novembre". «Il comitato - spiega Marco Lasorsa , uno dei due portavoce insieme a Santo Restivo - è composto da uomini e donne che condividono gli stessi ideali di legalità e difesa del territorio e che, alla luce della portata di quanto sta accadendo oggi, ritengono improrogabile una mobilitazione cittadina analoga a quella di quattro anni fa». La manifestazione fa seguito alle recenti notizie sulla tracimazione del percolato e al servizio realizzato da "Striscia la notizia" sullo stesso impianto di San Pietro Pago.

LE RAGIONI «La situazione in discarica sta continuando a precipitare - si legge in una nota diffusa dal Comitato -. Anno dopo anno abbiamo assistito al tentativo di sopralzo della discarica (sventato nel 2015), allo smaltimento non corretto del percolato e probabile contaminazione delle falde acquifere (sfociato nel sequestro del 2016), alla fuoriuscita di biogas e percolato (2017). Oggi, però, la minaccia non è più ipotetica. Foto e video parlano chiaro: il percolato è tracimato». «Nonostante le centinaia di migliaia di euro messe a disposizione, le azioni poste in essere dall’ente comunale si sono rivelate inadeguate - afferma il Comitato -. Se il sindaco, massima autorità sanitaria, invece di pretendere protezione per la salute dei cittadini ed il territorio, minimizza il problema parlando di “situazione molto migliorata”, “battente zero del percolato” ed “acqua sporca”, come si può sperare di apparire convincenti dinanzi agli organi sovracomunali a cui si richiede aiuto?». «Bisogna agire o assisteremo ad un disastro ambientale con ripercussioni sulla salute dei cittadini, sulla nostra terra e sull'economia di tutta la città»

LE RICHIESTE Queste invece le richieste del Comitato: «La costante e regolare aspirazione del percolato; controlli delle falde, dei terreni e dell’aria siano con cadenza trimestrale, e con risultati pubblici e certificati; un cronoprogramma che descriva chiaramente gli interventi da attuare per mettere in sicurezza la discarica, le tempistiche e i soggetti che dovranno realizzarli; l'immediata rescissione di tutti i vincoli contrattuali in essere tra Comune e Daneco.


Lascia il tuo commento
commenti