Il bollettino quindicinale

Alga tossica, continua il trend positivo. Scarsa presenza a Giovinazzo nella seconda metà di luglio

L'Arpa ha rilevato una modesta concentrazione. Dodici mesi fa era bollino rosso

Attualità
Giovinazzo martedì 08 agosto 2017
di La Redazione
Alga Tossica
Alga Tossica © Nc

Continua il trend positivo sulla presenza dell'alga tossica nelle acque di Giovinazzo. I dati confortanti della prima metà di luglio sono stati sostanzialmente confermati anche nella seconda quindicina. L'ultimo bollettino dell'Arpa Puglia ha infatti rilevato una scarsa presenza della famigerata Ostreopsis ovata solo nelle acque dell'hotel Riva del Sole sul litorale sud. Nella fattispecie è di 990 cellule/litro la concentrazione dell'alga sul fondo (10mila cellule/litro in colonna è il limite fissato dal Ministero della Salute per l'insorgenza di un rischio sanitario), mentre la presenza nella stessa zona dell'alga in colonna è di 79 cellule/litro. Zero è invece il numero rilevato nei pressi del Lido Lucciola, al confine tra Giovinazzo e Santo Spirito sia sul fondale che in colonna. Bene anche il litorale nord, con sole 98 cellule/litro sul fondo a Molfetta in località Prima Cala.

Un'inezia se si confrontano i dati con lo stesso periodo del 2016, quando c'era il bollino rosso e le cellule/litro sul fondo a Riva del Sole avevano raggiunto la concentrazione di quasi 7milioni, oltre 4 milioni a Lido Lucciola e 236mila in località Prima Cala. Nel complesso è positiva la situazione in tutta la Puglia, con gli unici bollini rossi registrati a Porto Badisco nel leccese e a Torre Columena nel tarantino.

È presto per dire se l'alga tossica, un fenomeno tanto indesiderato per bagnanti ed operatori turistici, abbia abbandonato le nostre acque. La prova definitiva sarà quella della di agosto, visto che l'Ostreopsis prolifera in presenza di acque calme e alte temperature. Proprio quello che sta accadendo in queste settimane.


Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette