Estate giovinazzese

Piazzale Aeronautica diventa cinema all'aperto, da stasera al via la rassegna con un film di Rubini

Appuntamento alle 20,30 con "Il grande spirito". Il 18 luglio sarà la volta de "Il bene mio" di Mezzapesa. Si chiude il 22 agosto con "Tutto l'amore che c'è". L'assessore Piscitelli: «Novità per la città a cui manca un cinema»

Spettacolo
Giovinazzo giovedì 11 luglio 2019
di La Redazione
Cinema in piazzale Aeronautica
Cinema in piazzale Aeronautica © Eric Forsmark

Sarà "Il grande spirito", del regista e attore pugliese Sergio Rubini, il film che aprirà la sezione dedicata al cinema dell’Estate giovinazzese al via da stasera, giovedì 11 luglio, alle 20,30, con la proiezione in piazzale Aeronautica Militare. Tre gli appuntamenti previsti dalla rassegna intitolata "Cinema sotto le stelle" programmata dallassessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Giovinazzo.

Dopo Rubini, sarà la volta di Pippo Mezzapesa con "Il bene mio" in programma il 18 luglio sempre alle 20,30 in piazzale dell’Aeronautica Militare. Il regista di origini bitontine sarà presente alla proiezione. Sia il film di Rubini che quello di Mezzapesa saranno introdotti da Angela Bianca Saponari, docente di Cinema e Industria culturale all’Università degli Studi di Bari. Il programma si chiude il 22 agosto con la proiezione del film "Tutto l’amore che c’è" di Sergio Rubini.

«Quest’anno, nel cartellone estivo, abbiamo voluto dare un segnale della volontà dell’Amministrazione comunale di colmare una lacuna, l’assenza di un cinema in città - dichiara l’assessore alla Cultura e al Turismo, Cristina Piscitelli -. Ma avere tre appuntamenti di cinema dedicati a Rubini e al regista Mezzapesa, oltre ad aver già ospitato la proiezione del film "Passione" girato da John Turturro, sempre sul piazzale dell’Aeronautica, é una scelta precisa che risponde alla volontà di valorizzare uno spazio suggestivo, accogliente e rappresentativo della nostra bella città. Oltre al cinema, anche musica e teatro troveranno la giusta location in questo spazio. Certamente queste esperienze serviranno anche a trovare i giusti accorgimenti per migliorarne la fruizione, così come il prossimo anno vorremmo avere una rassegna di cinema più corposa da proporre al nostro pubblico».

Lascia il tuo commento
commenti