Il cartellone

Grande, grande, grande, la #PrimaVeraMusicale chiude con "Mina in jazz"

Anita Vitale e Antonio di Lorenzo stasera nella cornice dell'Istituto Vittorio Emanuele chiudono la rassegna

Spettacolo
Giovinazzo venerdì 14 giugno 2019
di La Redazione
L'omaggio a Mina in jazz, chiude la stagione 2019 della #PrimaVeraMusicale
L'omaggio a Mina in jazz, chiude la stagione 2019 della #PrimaVeraMusicale © Nc

Si conclude l'edizione 2019 della #PrimaVeraMusicale. Stasera, venerdì 14 giugno, alle 21 nella cornice dell'Istituto Vittorio Emanuele II un celebre artista giovinazzese che tornerà ad esibirsi nella città natìa dopo numerosi anni, così come nelle precedenti edizioni è toccato al soprano Mariapia Piscitelli e al chitarrista Nico Stufano. L’ospite della quarta edizione della PrimaVeraMusicale sarà il batterista Antonio Di Lorenzo, con il suo progetto musicale dal titolo “Mina in Jazz” - Grande, Grande Grande.

Si tratta di un omaggio in chiave jazz alla grande Mina, ovvero la più grande cantante della storia della musica leggera italiana e una delle più grandi interpreti della storia della musica popolare in assoluto. Un’artista che ha segnato profondamente la storia e il costume musicale italiano, reinterpretata da una formazione composta da artisti di assoluto rilievo del panorama jazzistico internazionale. Ad accompagnare la splendida voce della siciliana Anita Vitale, ci sarà la band “Antonio Di Lorenzo Special Edition” che vedrà insieme sul palco artisti come Vince Abbracciante alla fisarmonica, Vito Di Modugno al basso elettrico, Davide Saccomanno al pianoforte e voce, Sabino Fino al sax e una sezione fiati composta dai ragazzi del Liceo Musicale “L. Russo” di Monopoli. Insomma un connubio di nuovi talenti e di icone del jazz pugliese che emozioneranno il pubblico anche grazie alle proiezioni curate dal video maker Francesco Quercia, che contribuiranno a rendere unico questo evento che chiude la rassegna.

L’evento gode del patrocinio del Comune di Giovinazzo, assessorati alla Cultura e alle Politiche Educative, e della Città Metropolitana di Bari.

Lascia il tuo commento
commenti