Amichevole di lusso all'Istituto Vittorio Emanuele II

Le vecchie perle del Bari battono ai rigori i ragazzi del progetto “Fuori C’entro”

Attualità
Giovinazzo venerdì 06 giugno 2008
di Nicola Miccione
© GiovinazzoLive.it
Sul rettangolo dell’Istituto Vittorio Emanuele II, in una discreta cornice di appassionati e curiosi, la rappresentativa del progetto “Fuori C’entro” ha sfidato le vecchie glorie dell’A.S. Bari.

L’incontro di calcio a 7, organizzato dal Coordinamento delle Politiche di Inclusione Sociale della ASL BA/2 in collaborazione con il Centro di Salute Mentale di Giovinazzo e Molfetta ed il Dipartimento per le Dipendenze Patologiche, è stato un momento d’aggregazione per tutti.

Ed una buona occasione per rivedere all’opera Pietro Maiellaro, idolo della città biancorossa, assieme a Giuseppe Giusto, Giovanni Loseto, Claudio De Tommasi e Gianni Iurino. Gli ex biancorossi hanno vinto il match ai calci di rigore, dopo aver terminato i tempi regolamentari col punteggio di 5-5.

A bordo campo, assieme all’indisponibile Angelo Terracenere, il viso sapiente del prof. Gianni Leali, colonna portante del movimento calcistico italiano, assieme a tanti addetti ai lavori e giornalisti.  

“L’iniziativa” – afferma il dott. Ernesto Chiarantoni“si inserisce nel quadro di azioni già avviate dalla ASL Bari per rispondere alla sensazione comune a molte persone di non sentirsi padroni della propria esistenza: è difficile ritagliarsi un ruolo nella società e c’è il timore di essere inglobati nel sistema”.

“Infatti” – continua Chiarantoni – “l’esclusione dai naturali processi sociali, unitamente alla mancanza di opportunità per realizzare le condizioni minime di soddisfacimento dei bisogni, ammala ed esclude. Per questo motivo, tra gli obiettivi primari perseguiti dal Sistema Sanitario Nazionale vi è la promozione di percorsi di salute attuati attraverso l’inclusione lavorativa e sociale che diventano parte integrante dei programmi terapeutici”.

“A tale scopo” – conclude il Coordinatore delle Politiche di Inclusione – “la ASL Bari, in linea con il programma nazionale e regionale, ha promosso una serie di iniziative tese al recupero ed al reinserimento di soggetti in situazione di forte svantaggio e a rischio di esclusione sociale attraverso la creazione di un’Area della Socialità istituita presso l’Istituto Vittorio Emanuele II di Giovinazzo, sede del Coordinamento delle Politiche di Inclusione Sociale e Lavorativa della ASL Bari”.

Utilizzando gli spazi disponibili all’interno dell’Istituto Vittorio Emanuele II, dopo averli restituiti ad una condizione di fruibilità, l’Area della Socialità ha lo scopo di realizzare una serie di attività finalizzate alla promozione e al sostegno di percorsi di socializzazione e di aggregazione attraverso la realizzazione di laboratori artistico-culturali e sportivi gratuiti e di libero accesso: dalla lavorazione della creta, alla pittura, alla danza, al teatro, al restauro, fino alla possibilità di praticare in maniera libera o organizzata sport quali il calcio, il basket, il pattinaggio, unitamente ad arti motorie da svolgersi in palestra.

In tal modo viene offerto a tutti uno strumento dalla forte valenza educativa e formativa, una importante occasione di crescita personale, uno strumento prezioso per la promozione di percorsi di salute fisica e mentale nell’ottica del superamento dei processi sociali ed economici che producono esclusione.
Lascia il tuo commento
commenti