Prima divisione

​Fidens, parla coach Andreula «A Molfetta i ragazzi sono stati eccezionali. I tifosi l'arma in più»

Stasera alle 18,30 al Pala Losito di Corato partita spareggio per i playoff: «Abbiamo voglia di ripeterci»

Basket
Giovinazzo sabato 24 marzo 2018
di Savio Magrone
Filippo Andreula
Filippo Andreula © Nc

Nessuno si immaginava un'impresa simile della Fidens Giovinazzo sul campo di Molfetta, tranne uno. E quell'uno risponde al nome di Filippo Andreula. Il coach della squadra di basket ha tracciato un resoconto della stagione in corso, spaziando dall'incredibile successo di lunedì scorso al rapporto con i tifosi, dalla rosa all'obiettivo playoff. Con la speranza che il meglio deve ancora venire.

Coach Andreula. La vittoria a Molfetta ha rappresentato un'autentica sorpresa, dato che i pronostici iniziali erano tutti a favore dei locali. Si aspettava una prestazione simile dai suoi? Quali sono state le chiavi del successo?

«Mi aspettavo una partita intensa, combattuta e molto fisica, ma noi siamo scesi in campo con l'atteggiamento corretto e con una condizione mentale eccellente, grazie anche alle ultime partite che ci hanno dato consapevolezza nei nostri mezzi. La squadra è in crescita, i ragazzi sono stati strepitosi, soprattutto perchè si sono sacrificati tutti, ma da mercoledì abbiamo ripreso a lavorare con la stessa costanza perchè stasera a Corato (alle 18,30 al Pala Losito) abbiamo voglia di ripeterci».

Poche settimane fa i playoff sembravano un miraggio mentre ora, con le cinque vittorie consecutive, pare un obiettivo alla portata. Cosa è cambiato rispetto alle partite iniziali?

«Da qualche settimana il roster è al completo, infatti a gennaio siamo stati molto sfortunati in quanto due dei nostri migliori titolari hanno subìto un infortunio proprio nel momento in cui affrontavamo formazioni molto fisiche e, di conseguenza, abbiamo lasciato sul parquet punti molti importanti. Ma soprattutto credo che sia cambiata la mentalità con cui disputiamo le partite».

Il treno per la seconda fase passerà indubbiamente anche dal match di questa sera contro il Corato. C'è voglia di riscatto dopo il tonfo in casa dell'andata?

«Certamente.Incontreremo una squadra che all'andata ci ha posto in grande difficoltà, soprattutto perchè avevano più voglia di noi di giocare e vincere, pertanto andremo a Corato con uno spirito completamente differente e con l'intento di confermare ciò che di buono abbiamo mostrato nelle ultime partite».

La Fidens può essere protagonista anche ai playoff?

«In questo momento la nostra attenzione è focalizzata sull'incontro contro la Virtus Corato Legends, poi il resto si vedrà».

Parlare di miglioramento dopo l'eccellente prestazione del Pala Poli può sembrare un'eresia, ma alzare l'asticella è fondamentale per compiere ulteriori passi in avanti. In cosa può migliorare ancora la Fidens?

«La vittoria di lunedì è importante ma non dobbiamo assolutamente accontentarci, infatti ora inizia il momento decisivo della stagione ed abbiamo l'obbligo di essere pronti soprattutto dal punto di vista fisico e mentale, a partire dal big match di stasera. Abbiamo le qualità giuste per proseguire questo fantastico percorso e vogliamo dare altre gioie ai nostri tifosi».

Ha fatto giustamente riferimento ai tifosi. Al Pala Poli la presenza dei sostenitori biancoverdi ha letteralmente spinto la squadra verso un successo insperato. Cosa si sente di dire ai tifosi in questo momento speciale della stagione?

«Il loro supporto è importante, infatti ci sono stati sempre vicini sin dall'inizio del campionato e per noi rappresentano il sesto uomo in campo. L'invito è quello di continuare a sostenerci così come hanno sempre fatto perchè la squadra ha bisogno di loro. Non posso fare altro che ringraziarli per tutta la carica che ci trasmettono».

Lascia il tuo commento
commenti