Calcio a 5

Un pari che da coraggio. Nella trasferta di Ortona il Giovinazzo C5 non mostra timori

In vantaggio di un gol a fine primo tempo, insegue e pareggia a fine partita

Altri Sport
Giovinazzo lunedì 19 ottobre 2020
di La Redazione
Giovinazzo C5
Giovinazzo C5 © Giovinazzo C5

«Ne vedrete delle belle» aveva affermato il tecnico del Giovinazzo C5 Miki Grassi, alla vigilia della partenza del campionato di A2. Una promessa mantenuta in questa prima gara del torneo che ha visto la compagine biancoverde scendere sul campo della Tombesi di Ortona, squadra tra le favorite per il salto di categoria. E quel «ne vedrete delle belle» si è trasformato in un pareggio, 4 a 4, che ha mostrato come il Govinazzo C5 sia un gruppo capace di dettare gioco, di saper soffrire e persino di rimontare per poter portare a casa il primo pinto di un torneo che sarà difficile ma che i biancoverdi, almeno a guardare le prime battute del campionato, sapranno ben disputare. La cronaca della partita racconta di un primo doppio vantaggio del Giovinazzo andato a segno prima grazie ad un autorete dell’ortonese Napoletano e poi con Ferreira che trasforma un tiro libero. Tra i padroni di casa è Assad, ad accorciare le distanze, ma una prodezza di Gualtieri Conçalves, ripota il Giovinazzo in avanti e sul 1 a 3. Prima del riposo però, l’Ortona va di nuovo a segno grazie a un tiro libero di Baroni. Nella ripresa è la squadra di casa a fare gioco, con il portiere biancoverde di Capua chiamato a fare gli straordinari. Deve arrendersi però ai tiri da fuori di Assad, che con una doppietta riporta le squadre in parità. Prima del fischio finale è ancora la Tombolesi a passare in vantaggio con Adami, ma è infine Piscitelli, con un tiro da fuori area, a fissare definitivamente il risultato sul 4 a 4. Buona la prima, quindi per il Giovinazzo C5, che in una difficile trasferta e all’esordio nel campionato di A2, ha fatto vedere di che pasta è fatto.

Lascia il tuo commento
commenti