Calcio a 5

Al via il campionato di Serie A2 di futsal

Il Giovinazzo C5 in trasferta sul campo dell’Ortona

Altri Sport
Giovinazzo sabato 17 ottobre 2020
di La Redazione
Miki Grassi
Miki Grassi © Giovinazzo C5

Il Giovinazzo C5 all’esordio nel campionato di A2. Questo pomeriggio alle 16, i biancoverdi giocheranno la loro prima partita in trasferta a Ortona. La formazione abruzzese, che è data tra le favorite del girone C, sarà il banco di prova per i ragazzi di mister Grassi, con il tecnico che non ci sta a recitare il ruolo della vittima sacrificale. «La Tombesi Ortona – ha affermato il tecnico - è una squadra forte, creata per stare in vetta alla classifica con nelle sue fila giocatori di categoria superiore o che militano in serie A2 da tempo immemore». Miki Grassi sa che il campionato che si appresta a disputare con i suoi ragazzi è duro. «Se guardiamo il calendario – ha affermato l’allenatore - non siamo stati fortunatissimi: nelle prime trasferte, infatti, incontreremo tutte le candidate alla promozione in serie A, ma ci può stare». Grassi può contare su una rosa di calciatori che lo soddisfa, così come tutta la fase preparatoria al torneo. «Credo – ha affermato il tecnico - che i ragazzi siano pronti per iniziare questa nuova avventura, difficile, ma proprio per questo affascinante. Tutti si sono allenati con voglia e caparbietà e siamo adesso curiosi di vedere dove possiamo arrivare. Le sensazioni sono positivissime, la squadra mi segue ed è vogliosa di crescere. Sono arrivati giocatori nuovi ma anche un allenatore nuovo, con idee nuove. È migliorata di gara in gara durante questo precampionato, ovviamente si deve continuare a crescere sotto tutti i punti di vista come è giusto che sia, ma questi ragazzi hanno stoffa e carattere per poterlo fare». Per questa prima esperienza nella serie A2, il Giovinazzo C5 non ha particolari ambizioni. Quello di mantenere la categoria, sicuramente, per questo «scenderemo in campo per giocarci ogni partita con la voglia che da sempre contraddistingue le squadre di Giovinazzo. Usciremo dal campo con la maglia sudata come ci chiedono i tifosi. Poi il campo ci dirà chi siamo nel tempo, cosa possiamo fare e dove possiamo arrivare. Ripeto, personalmente sono fiducioso, la squadra farà bene».

Lascia il tuo commento
commenti