Giro d'Italia

Giovinazzo si tinge di rosa. Tutto pronto per la Giovinazzo Vieste

«Un evento coraggioso per il Covid, ma sarà comunque festa»

Altri Sport
Giovinazzo martedì 06 ottobre 2020
di La Redazione
Fontana dei Tritoni
Fontana dei Tritoni © n.c.

È la settimana del Giro d’Italia in Puglia. Venerdì la carovana rosa arriverà a Brindisi, sabato ripartirà da Giovinazzo alla volta di Vieste. E Giovinazzo si prepara ad accogliere il villaggio del Giro. «Sarà una grande festa nel rispetto delle regole anticovid», ha affermato il sindaco Tommaso Depalma. I preparativi fervono con gli eventi messi in cantiere che prenderanno il via venerdì, ma che già vedono la Fontana dei Tritoni, in piazza Vittorio Emanuele , tutte le sere illuminata di rosa. Nell’attesa di veder sfilare Vincenzo Nibali, già due vote vincitore del Giro e una volta vincitore del Tour de France, insieme al gallese Geraint Thomas, reduce dal successo all’ultimo Tour, allo sloveno Peter Sagan, all’inglese Simon Yates e al danese Jakob Fuglsang, venerdì alle 19,30 nella sala San Felice, sarà presentato il libro di Agostino Picicco, «Concatenati. Vite in bicicletta» (Secop Edizioni). Alla presentazione interverrà il campione olimpico Paolo Bettini che dialogherà con il sindaco Depalma, con l’assessore alla Cultura e Turismo, Cristina Piscitelli e il giornalista Mario Sicolo, direttore della collana «Sotto i riflettori della parola». L’incontro sarà moderato da Raffaella Leone. Sempre venerdì e sempre alle 19,30 in piazzale Leichardt, ci sarà l’inaugurazione dei luoghi di «inciampo» sulla Green Way cittadina. Tre siti, dove saranno scoperte delle targhe commemorative di giovani vite perse a causa di incidenti stradali. La tappa Giovinazzo Vieste prenderà il via da piazza Vittorio Emanuele alle 11,30. Sulla linea dello start, insieme al primo cittadino anche il rieletto Presidente della Regione, Michele Emiliano e al presidente della Federazione ciclistica italiana, Renato Di Ricco. «Si tratta di un evento certamente coraggioso – è stato il commento di Depalma - Perché gestire un avvenimento cosi importante, che coincide con questo maledetto Covid, non è cosa facile. Quindi, c’è l’orgoglio di essere parte di una cosa complessa, di vedere la Puglia protagonista e, all’interno di questo protagonismo, vedere Giovinazzo come punto di riferimento. Poi, certamente, sarà un Giro d’Italia, diverso, dovremo stare a distanza dai corridori, ma sono certo che sarà comunque festa. Una festa di colori, di sorrisi e di amicizia. Ovviamente il mio appello va a tutto il sistema città, al tessuto associativo e soprattutto a quello commerciale, per far sì che Giovinazzo una volta di più si dimostri all’altezza di grandi eventi per la sua capacità di accoglienza e per la sua bellezza che grazie alla Rai sarà trasmessa in ogni angolo del mondo. E mi preme ringraziare il Gruppo Megamark che ha voluto sostenere la royalty prevista per il Comune di Giovinazzo e che dimostra concretamente la voglia di promuovere la città».

Lascia il tuo commento
commenti