Calcio a 5

Esordio da incubo per il Giovinazzo C5 sconfitto dalla matricola Torremaggiore

La squadra di Magalhaes soccombe 7-4 al termine di una gara vissuta sempre a rincorrere

Altri Sport
Giovinazzo domenica 06 ottobre 2019
di La Redazione
Giovinazzo C5
Giovinazzo C5 © Nc

La prima storica partita di Marcelo Magalhaes sulla panchina del Giovinazzo C5 si rivela un incubo per la sua squadra, travolta clamorosamente dalla neopromossa Polisportiva Torremaggiore, al debutto in serie B. Finisce 7-4 l’esordio dei biancoverdi nel girone G, un risultato forse eccessivamente severo, al termine di una partita davvero complicata vissuta sempre a rincorrere i padroni di casa. Una sconfitta che quasi cancella la buona pre-season e che fa suonare più di un campanello d’allarme dalle parti di Giovinazzo.

Pronti, via e dopo soli 50 secondi Spinelli porta in vantaggio i suoi (1-0), mentre gli ospiti, privi degli squalificati Alves e Rafinha, dell’infortunato Depalma e con Di Capua in campo dall’inizio, sfiorano subito il pari con Alvaralhão dos Santos (palo) ed un destro di Piscitelli (alto). Dopo due squilli del Torremaggiore (di Olivieri e Asensio, nda), il Giovinazzo C5 reagisce con carattere ma deve fare i conti, in fase offensiva, con la sfortuna (il palo colpito da Priori) e lo stato di grazia di Pompilio (strepitoso su Marolla e Morgade). È Alvaralhão dos Santos, allora, a provarci da fuori area, ma il suo tiro, smorzato dalla linea difensiva di casa, si trasforma in un assist per Priori che fa 1-1. Nei minuti finali l’ago della bilancia pende da una sola parte, ma Piscitelli, in ben due occasioni, non riesce a bucare la porta di Pompilio. Al 20’ è 1-1.

I giovinazzesi ripartono con Alvaralhão dos Santos che fa volare Pompilio, ma il Torremaggiore riprende il comando della gara con la rete di Tricarico: 2-1. La replica del Giovinazzo C5 non si fa attendere, ma i tentativi di Piscitelli, Alvaralhão dos Santos e Marolla non producono risultati, mentre dall’altra parte il Torremaggiore spaventa Di Capua con Perkovic e Spinelli, poco prima del 3-1 di Tricarico. E le brutte notizie, per i biancoverdi, non finiscono qui: l’ex Asensio trasforma una palla inattiva dal limite dell’area nel gol del 4-1, mentre Mongelli veste i panni del portiere di movimento. Il Giovinazzo C5, a questo punto, sembra tenere un po’ meglio il campo, riduce il gap proprio con Mongelli, autore del momentaneo 4-2, ma che non sia proprio giornata lo si capisce quando Olivieri segna un gol incredibile. Direttamente dalla propria metà campo, con la porta ospite sguarnita: 5-2. Il match, a questo punto, diventa un ping pong di gol: a Priori, che firma il gol del 5-3 e la sua personale doppietta, risponde dall’altra parte Tricarico, autore del 6-3. Il Torremaggiore chiude i conti con il sigillo del proprio allenatore-giocatore, Olivieri (7-3), mentre Piscitelli, col gol del definitivo 7-4, mette fine ad una gara da dimenticare al più presto. Finisce qui: per il Giovinazzo davvero un esordio shock, un avvio da incubo.

Lascia il tuo commento
commenti