Calcio a 5

Giovinazzo C5, è mal di trasferta. La Junior vince 3-2

I biancoverdi di Chiereghin cadono ancora fuori casa, ma restano a -1 dai playoff

Altri Sport
Giovinazzo domenica 13 gennaio 2019
di La Redazione
Giovinazzo-Junior Domitia
Giovinazzo-Junior Domitia © Nc

Continua il mal di trasferta per il Giovinazzo C5, che fuori casa ha perso 4 volte su 7 (ottenendo solo 3 pareggi) e cade anche a Castel Volturno, nel casertano, sul campo della Junior Domitia col punteggio di 3-2. Senza capitan Depalma (squalificato per un turno), Joao Guandeline (fuori per scelta tecnica, è possibile portarne in campo solo 4) e priva pure di Mongelli, che si fa male nel riscaldamento, a causa del riacutizzarsi del dolore alla caviglia sinistra, il rientro a pieno regime di Sabater non evita al tecnico Roberto Chiereghin la seconda sconfitta consecutiva lontano dal PalaPansini, la quarta stagionale.

La partita, dopo il calcio di punizione di Palumbo e la serpentina conclusa col destro di Della Corte, entrambi parati da Di Ciaula, entra nel vivo quando Loasses provvede a rompere l’equilibrio col gol dell’1-0. Poi, però, sale in cattedra il Giovinazzo C5. Sabater, al rientro, protegge il pallone al limite dell’area e poi di sinistro infila Massa (1-1), mentre Piscitelli gonfia ancora una volta la rete, stavoltadal dischetto del tiro libero: 1-2 e sorpasso ospite. I padroni di casa, però, non mollano e da un calcio d’angolo Palumbo la butta dentro da pochi passi. Al 20’, dopo un gol annullato a Marolla per un presunto tocco di braccio giudicato volontario dagli arbitri, si va al riposo sul punteggio di 2-2.

La ripresa si apre col gol di Della Corte (3-2, dopo uno spunto personale), ma sono gli ospiti ad essere più incisivi, con la Junior Domitia che fatica a contenerli. È Sabater a sfiorare il nuovo pari, mentre Rafinha veste i panni del quinto di movimento per l’assalto finale al pareggio: il Giovinazzo C5 continua a premere sul pedale dell’acceleratore, non sfrutta al meglio un paio di contropiedi interessanti ed ha due grandi occasioni per pareggiare, ma Massa è strepitoso proprio sui titoli di coda della partita. Che si conclude 3-2. E che conferma la Campania come una regione tradizionalmente ostica e avara di soddisfazioni: sinora 1 pareggio (contro il Futsal Fuorigrotta) e ben 3 sconfitte (contro il Real San Giuseppe, il Lausdomini e la Junior Domitia).

Nonostante il ko (il secondo di fila) e questa inattesa frenata d’inizio 2019, i playoff restano lì, davvero ad un tiro di schioppo: Lausdomini e Futsal Parete, la prima superata in casa dal Manfredonia C5, la seconda sconfitta sul campo del Real San Giuseppe, infatti, restano sempre ad una sola lunghezza. Vietato demoralizzarsi, bisogna guardare avanti.

Lascia il tuo commento
commenti