Calcio a 5

Il Giovinazzo C5 sul campo del Lausdomini. Serve la svolta in trasferta

Il team manager Aniello: «Bisogna invertire la marcia e dare continuità al successo sul Capurso»

Altri Sport
Giovinazzo sabato 05 gennaio 2019
di La Redazione
Giovinazzo C5, il team manager Custode Aniello
Giovinazzo C5, il team manager Custode Aniello © Nc

L’idea è chiara, la missione neppure troppo semplice: il Giovinazzo C5 deve migliorare il rendimento esterno. E deve farlo in fretta a partire dal prossimo confronto, in programma oggi pomeriggio alle ore 16 a Marigliano, contro il Lausdomini, sesto in classifica, che insegue i biancoverdi a due sole lunghezze.

Nelle cinque gare sin qui disputate lontano dal PalaPansini, infatti, i giovinazzesi del tecnico Roberto Chiereghin hanno ottenuto appena 3 punti (pareggiando a Fuorigrotta, Molfetta e Manfredonia) rispetto ai 18 complessivi sin qui conquistati. «Sì è vero – ammette Custode Aniello -, ma magari è semplicemente un avversario che cambia modo di giocare perché davanti ai propri tifosi, senza dimenticare il valore degli avversari sin qui incontrati. Dal Futsal Fuorigrotta al Futsal Parete, in mezzo pure il derby di Molfetta, il Real San Giuseppe e il Manfredonia C5: i livelli di difficoltà erano elevatissimi, i campi molto caldi, le sfide incerte sino all’ultima sirena», aggiunge il team manager.

«Di sicuro, dopo il successo interno col Futsal Capurso – prosegue – vogliamo dare continuità al nostro cammino, ma cercare anche di dare un’importante accelerata al nostro rendimento esterno». La sfida contro il Lausdomini potrebbe essere la volta giusta per farla? «Potrebbe essere vista come una di quelle trasferte da vincere. In ogni caso – analizza lo scafato dirigente bancoverde - noi la consideriamo come tutte le altre avversarie incontrate sinora fuori casa, cioè una squadra in lotta per i primi posti del girone F di serie B. Sarà inoltre una squadra da rispettare al massimo perché di certo non ci attenderà una partita facile, su un campo dove sinora ha vinto solo il Futsal Fuorigrotta che, non a caso, è lassù davanti a tutti».

Lascia il tuo commento
commenti