Calcio a 5

Il Giovinazzo C5 riparte con una vittoria in trasferta

Sul campo del Regalbuto i biancoverdi si impongono per 2 a 1

Altri Sport
Giovinazzo lunedì 17 gennaio 2022
di La Redazione
Giovinazzo C5
Giovinazzo C5 © Giovinazzo C5

Comincia bene il 2022 per il Giovinazzo C5. Oltre a vincere l’ultima partita dell’anno in casa dei siciliani del Regalbuto, consolidano il loro posto per la Coppa Italia e conquistano il secondo posto assoluto nella classifica generale a soli due punti dalla capolista Melilli. Un successo, quello dei biancoverdi, maturato nei primi 11 minuti, grazie alle reti di Saponara e Piscitelli, di una gara sofferta fino alla fine. Solo un punto dividevano i giovinazzesi dal Regalbuto, ma con i siciliani che devono recuperare ancora una gara, per questo la partita poteva essere considerato «di cartello» per i tanti temi messi in campo. A cominciare da come si sarebbero presentate in campo le due formazioni alla ripresa del campionato dopo la pausa natalizia, e poi il consolidamento della propria posizione in classifica. La gara, per questo ha soddisfatto le aspettative, con il Giovinazzo C5 che è salito sugli scudi, grazie anche alla prestazione maiuscola del portiere biancoverde Di Capua, capace di chiudere su tutti i tentativi degli avversari. Ad andare in rete, già al 4 minuto, è stato Saponara con un tiro dalla lunga distanza che ha sorpreso il portiere avversario La Rocca. Dopo alcuni tentativi degli avversari, fermati magistralmente dal Di Capua, è Piscitelli a firmare il raddoppio per i giovinazzesi. Agli attacchi veementi del Regalbuto i biancoverdi reagiscono con azioni di alleggerimento che però non provocano seri pericoli alla difesa avversaria. Con il punteggio di 2 a 0 per il Giovinazzo si chiude il promo tempo. La ripresa comincia con i siciliani costantemente in attacco. Attacchi che si fanno più veementi con il trascorrere dei minuti, grazie anche alla superiorità numerica ottenuta per due primi per l’espulsione di Alves maturata per somma di ammonizioni, e con il portiere di movimento Vitale. Il Giovinazzo però regge, fino a 14 secondi dalla fine della gara, a quando cioè Basso trova lo spiraglio giusto per accorciare le distanze. Ma il tempo per recuperare lo svantaggio non c’è più. Finisce 2 a 1 per i biancoverdi.

 

Lascia il tuo commento
commenti