Le grucce

a cura di Franco Martini Poesie antivirali
Giovinazzo - lunedì 07 settembre 2020
Bertolt Brecht
Bertolt Brecht © Nc

Per sette anni non mi riuscì un passo.
Quando fui dal gran medico, lui
m'ha chiesto: "Perché queste grucce?"
E io: "Sono storpio", gli ho detto.

E lui: "Non c'è da stupirsi.
Fa' una prova, per cortesia!
Son codesti arnesi, a storpiarti.
Va', cadi, striscia a quattro zampe".

Ridendo come un mostro,
le mie belle grucce mi prese,
sulla schiena me le spezzò;
ridendo le scagliò nel fuoco.

Come che sia, son guarito: cammino.
Una risata m'ha guarito.
Solo, a volte, se vedo stampelle,
per qualche ora cammino un po' peggio.

Bertolt BRECHT

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti