Candele

a cura di Franco Martini Poesie antivirali
Giovinazzo - domenica 26 luglio 2020
candele
candele © n.c.

I giorni del futuro stanno innanzi a noi
come una fila di candeline accese -
dorate, calde, e vivide candeline.

I giorni passati restano indietro,
una penosa riga di candele spente
(le più vicine fanno fumo ancora):
candele fredde, disciolte, e storte.

Non voglio vederle: mi angoscia il loro aspetto,
mi angoscia il ricordo della loro antica luce.
E guardo avanti le mie candele accese.

Non voglio voltarmi, ch'io non scorga, e rabbrividisca,
come presto s’allunga la tenebrosa riga,
come presto aumentano le candele spente.

Konstantìnos KAVAFIS (1863-1933)

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti