Yoga, danze orientali e tradizione erboristica, a Giovinazzo nasce "La Mandragora"

«Lo yoga? Mantenere il controllo sulle proprie sensazioni, rimettere in circolo l’energia vitale con il movimento del corpo e armonizzare sia il corpo con la mente»

Annalisa De Chirico I viaggi di Liz
Giovinazzo - sabato 16 febbraio 2019
Yoga, a Giovinazzo apre la "Mandragora"
Yoga, a Giovinazzo apre la "Mandragora" © Nc

Dalla passione per lo yoga, per le danze orientali, per la tradizione erboristica e per i massaggi thailandesi, a Giovinazzo nasce “La Mandragora”, associazione che concentra tutte queste discipline nella sua unica sede nel centro storico, in via Lecce 20.

Ho intervistato Marlene, istruttrice di Yoga e Thai Yoga Massager, socia de “La Mandragora” assieme a Francesca Florio, istruttrice di yoga e danze orientali, e al dottor Nicola Sannicandro, erborista. «Mi sono avvicinata allo yoga in seguito ad un incidente - dice Marlene - e sono rimasta colpita da come, in un’unica classe, ci fossero uomini e donne di età diverse, con storie ed esigenze differenti, ma tutti accomunati dalla gioia del praticare assieme. Li vedevo trasformarsi giorno per giorno, ognuno raccontava di come lo yoga stesse cambiando la propria vita e quella di chi fosse loro vicino. Così ho deciso di voler dedicare la mia vita a questa pratica affinché sempre più gente conoscesse lo yoga e potesse trarne benefici per il proprio benessere».

Ma cosa è lo yoga?

«Lo yoga è una disciplina antichissima nata in India, il nome stesso significa Unione (Yoga) , unione tra corpo-mente e spirito. Serve a mantenere il controllo sulle proprie sensazioni, a rimettere in circolo l’energia vitale con il movimento del corpo, ad armonizzare sia il corpo con la mente, sia l’individuo con l’universo e la sua energia, attraverso la meditazione. Vi è un’importante spazio dedicato alle posizioni (asana) che serve per favorire il fluire dell’energia vitale, il Prana, ma questo implica molto più del semplice movimento. È necessario essere nel momento presente, nel qui e ora, in sintonia con il proprio respiro. Non è una religione, ma una pratica spirituale e può ben affiancarsi alla religiosità di un fedele, così come costituire una forma di spiritualità laica».

Quali sono i benefici dello yoga?

«Lo yoga porta molti benefici a livello psicofisico, lavorando sulle ossa, sui muscoli e sulle articolazioni, sugli organi interni e sulla circolazione con la pratica regolare, ci si rende conto che oltre a sciogliere le tensioni e a rinforzare la muscolatura lo yoga aiuta a concentrare la mente e a comprendere meglio il nostro corpo e la sua energia. Il senso di pace, di benessere e di risveglio delle energie che si prova durante e dopo la pratica rivela la natura di questa disciplina».

Chi puo’ praticare lo yoga?

«Lo yoga è adatto a tutti e chiunque può praticarlo, indipendentemente dal livello di preparazione fisica e dall’età. Man mano che l’esercizio delle asana si perfeziona, si evolve anche la consapevolezza di sé, del proprio corpo, del proprio respiro e del proprio pensiero. Oggi c’è chi si avvicina allo yoga ricercandone i benefici per la forma fisica, chi con l’intenzione di condurre una vita più sana, chi per placare la mente, chi per rispondere a un bisogno spirituale»

Qualunque sia il motivo di questo incontro e qualunque sia la via yogica intrapresa, lo yoga sarà “un’avventura nella consapevolezza”.