Officina 22

Nasce «Officina 22» un laboratorio di idee in vista delle amministrative del 2022

Il soggetto politico riunisce le forze di opposizione in un percorso condiviso

Politica
Giovinazzo martedì 15 dicembre 2020
di La Redazione
Officina 22
Officina 22 © Nc

La politica locale comincia a muoversi in vista delle elezioni amministrative del 2022. Si muovono i partiti e i movimenti politici attualmente all’opposizione del governo cittadino, che al momento sono riuniti in un unico soggetto che ha preso il nome di «Officina 22». «A pochi mesidalla scadenza elettorale comunale – si legge nel loro comunicato di presentazione - in presenza di una crisi economica e sanitaria che richiederà sacrificio e determinazione, è quanto mai urgente e necessario creare uno spazio dove le forze politiche, sociali, produttive e culturali sappiano attivare un confronto partecipato con i cittadini e accogliere le loro istanze, in modo da individuare le priorità e le necessità del territorio». L’idea è quella di creare uno spazio dove far convergere tutte le istanze per immaginare, dal punto di vista programmatico, il futuro della città. «Giovinazzo – si legge nel comunicato - ha bisogno di un luogo aperto in cui associazioni, movimenti e partiti possano confrontarsi sulle sfide del futuro, per riparare e reinventare una città che chiede serietà e capacità di programmazione, nel rispetto della legalità». I promotori di «Officina 22» sono Primavera Alternativa, il Partito Democratico, La nostra città Giovinazzo, Articolo 1 e Sinistra italiana. «Il nostro – si legge ancora - è un ambiente di lavoro inclusivo, aperto a tutti coloro che vogliono impegnarsi concretamente e guardare al futuro con ideali democratici e progressisti. Per liberare le notevoli potenzialità della città ancora inespresse. Per puntare ai grandi obiettivi in campo Sociale e Culturale, Ambientale e Urbanistico, Economico e Produttivo che Giovinazzo merita di raggiungere. Per offrire alla nostra comunità un percorso virtuoso, con una propria originale identità e visione amministrativa. Per intercettare e ben utilizzare, attraverso il confronto e la collaborazione diretta e costante con le istituzioni sovracomunali, le risorse economiche della nuova programmazione europea. Per costruire, infine, una comunità sempre più coesa».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • luciano ha scritto il 16 dicembre 2020 alle 14:49 :

    Ottima iniziativa Ci si liberi dal familismo e si premi il merito il libero pensiero l'onestà la legalità la sostenibilità Rispondi a luciano

    Aldo ha scritto il 17 dicembre 2020 alle 07:36 :

    Caro Luciano, sono andato leggere sulla Treccani il significato di "familismo" ed io continuo a ribadire che un Sindaco di un piccolo paese deve essere innanzitutto un buon amministratore di condominio, come un complesso edilizio o un villaggio turistico. Penso quindi che debba interessarsi alla gestione quotidiana, ascoltando le delibere delle assemblee. La politica, la faccia dopo aver fatto il passo più grande per passare a nuovi e più alti incarichi. Nel paradiso che ci viene prospettato ci andremo tutti fino ad annoiarci ...mortalmente... Ora prendiamoci una botta di vita!. Rispondi a Aldo

  • aldo.carrieri ha scritto il 15 dicembre 2020 alle 08:31 :

    Dopo tutta questa valanga di chiacchiere che mi ha lasciato tramortito, chiedo: - Quale è l'hobby del prossimo candidato sindaco; - in quale rione abita; - se è intenzionato a mettere per iscritto che toglierà gli inciampi; - se è intenzionato a mettere per iscritto che riporterà i passi carrabili nella legalità dettata dal codice della strada; - se è intenzionato a mettere per iscritto che ricontrollerà tutti i permessi per disabili, eliminando coloro che hanno un semplice mal di testa; - se è intenzionato a mettere per iscritto che non conentirà il parcheggio nel centro storico. Io sono un cittadino piccolo piccolo e a me bastano queste piccole cose. Capisco che ciò che chiedo è altamente impopolare ma a me non interessano le parole roboanti delle quali non capisco il significato, Rispondi a aldo.carrieri