Decreto del Consiglio dei Ministri

L’uso della mascherina all’aperto su tutto il territorio nazionale

Lo prevede il nuovo Dpcm varato dal Governo Conte

Politica
Giovinazzo giovedì 08 ottobre 2020
di La Redazione
Giuseppe Conte
Giuseppe Conte © n.c.

Obbligo della mascherina anche all'aperto su tutto il territorio nazionale, tampone per chi arriva da otto Paesi europei ad alto rischio, rafforzamento e proroga dell'app Immuni fino al 31 dicembre del 2021 e non più fino a fine 2020. Sono le principali novità del nuovo Decreto del Consiglio dei Ministri che disegna la cornice normativa delle misure anti contagio. Il decreto, che avrà la durata di un mese, prevede, e questa è la vera novità, che le Regioni possono adottare misure anti contagio solo in maniera più restrittiva rispetto al Decreto. Per chi non indossa le mascherine «in prossimità di persone non conviventi» sono previste sanzioni pesanti. Dai 400 ai 1000 euro di multa. Il Decreto elenca i Paesi ritenuti ad alto rischio contagio, per cui è obbligatorio il tampone al rientro in Italia per chi vi ha soggiornato. Sono Gran Bretagna, Olanda e Belgio. Che si aggiungono a Croazia, Grecia, Malta, Spagna, oltre che da Parigi e altre sette regioni della Francia. Rimane confermato lo stato di emergenza fino al 31 gennaio del 2021. Intanto la curva del contagio ha segnato nella giornata di ieri 3678 casi, ben 1000 in più rispetto alla giornata precedente. Il Ministro Roberto Speranza nel suo discorso alla Camere per illustrare il Dpcm, ha voluto sottolineare come sia «fondamentale mantenere l'impalcatura istituzionale costruita in questi mesi con Governo, Regioni, Comitato tecnico scientifico. Non vanno vanificati i sacrifici fatti fin'ora da tutta la comunità italiana».


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 08 ottobre 2020 alle 12:41 :

    Ovvio che qui qualcuno vuol farci credere che i casi di contagio possano essere contenuti attraverso l'uso della mascherina all'aperto. Dando cosi tutta la responsabilità a chi non la porta. Rispondi a Marco

  • Maria P. ha scritto il 08 ottobre 2020 alle 11:38 :

    Stiamo tornando al lockdown a piccoli passi. Un po' alla volta per non provocare troppe reazioni. Del tutto legittime. Rispondi a Maria P.

  • Franco ha scritto il 08 ottobre 2020 alle 08:01 :

    Un dcpm ambiguo, poco chiaro, che si presta solo a possibili abusi nel fare le multe. Come avvenne durante il lockdown. Rispondi a Franco