La vicenda

Ospedale nord barese, Francesca Galizia (M5S) «Ad oggi solo parole vuote, prive di riscontro»

L'onorevole giovinazzese: «L’obiettivo di Emiliano in questo momento è quello di raccogliere consensi elettorali parlando di progetti per il territorio del tutto inesistenti»

Politica
Giovinazzo sabato 09 novembre 2019
di La Redazione
L'onorevole Francesca Galizia
L'onorevole Francesca Galizia © Nc

«Ad oggi sull'ospedale del Nord Barese solo parole vuote, prive di un riscontro concreto». È questo il duro giudizio affidato ad una nota di Francesca Galizia, parlamentare giovinazzese del Movimento 5 Stelle, sulla vicenda dell'ospedale del nord barese, il cui avvio dell'iter per la costruzione è stato annunciato pochi giorni fa dal Governatore Michele Emiliano.

«A fronte di quanto dichiarato dal presidente Emiliano - prosegue Galizia - circa la costruzione dell’Ospedale del Nord Barese non esiste ad oggi alcun atto ufficiale che ne dimostrerebbe realmente il progetto. Nulla, pertanto, che faccia ben sperare nella nascita di un istituto ospedaliero, che certamente gioverebbe al territorio, ma solo nel caso in cui le dichiarazioni fossero vere. L’unico vero fatto è che le risorse ministeriali (ex art. 20) ci sono e pure da diversi anni, ma nessun progetto strutturale di costruzione ospedaliero nel nord barese è stato presentato da Emiliano. Piuttosto esiste la delibera regionale 89/2019 nell’ambito della quale lo stesso dichiara che per la costruzione di un ospedale nel nord barese “non è stato redatto lo studio di fattibilità in quanto a priorità più bassa […] e non essendo ancora definita l’area specifica su cui realizzarlo, fatta salva la a localizzazione di massima effettuata nel 2012”».

Il nuovo ospedale secondo quanto affermato da Emiliano sorgerà in un'area compresa tra Molfetta e Bisceglie.

«È palese, dunque - incalza la Galizia - che l’obiettivo di Emiliano in questo momento sia quello di raccogliere consensi elettorali parlando di progetti per il territorio del tutto inesistenti e lo fa mentre i fatti raccontano altro e cioè che il Piano di riordino ospedaliero sta comportando non certo aperture ma chiusure e ridimensionamenti, come nel caso - per il nord barese - di Ruvo, Terlizzi, Trani e Molfetta. Emiliano la piantasse di illudere il cittadino. E come lui anche tanti altri politici la smettessero di creare intenzionalmente problemi dando poi l’illusione di averne una soluzione. Questo giochetto ormai lo abbiamo compreso tutti, inutile dunque che continuino ad affannarsi nel dimostrare di aver individuato la soluzione ad una problematica che loro stessi hanno creato o contribuito a creare».

Lascia il tuo commento
commenti