La nota

L'Europa ci (ri)guarda, PrimaVera Alternativa incontra i candidati alle elezioni del Parlamento Ue

Dal 10 al 15 maggio a Giovinazzo Eleonora Forenza e Paola Natalicchio di La Sinistra, Mario Furore del M5S e Elena Gentile del Pd

Politica
Giovinazzo venerdì 10 maggio 2019
di La Redazione
Elezioni Europee
Elezioni Europee © n.c.

PrimaVera Alternativa incontra alcuni candidati alle elezioni europee in vista del voto per il rinnovo del Parlamento, in programma il prossimo 26 maggio. Si tratta di Eleonora Forenza e Paola Natalicchio di La Sinistra, Mario Furore del Movimento 5 Stelle e Elena Gentile del Partito Democratico. «Abbiamo deciso - si legge in una nota - di far incontrare ai giovinazzesi presso la nostra sede in Piazza Vittorio Emanuele II 25, gli eurocandidati di diverse aree politiche (ad eccezione di quelle i cui valori sono assolutamente inconciliabili con i nostri ideali), affinché siano essi stessi a spiegare la loro idea di Europa e di come le politiche comunitarie possano influenzare la vita dei nostri territori».

Si comincia oggi, venerdì 10 maggio, alle 18,30 con Eleonora Forenza (La Sinistra); si prosegue mercoledì 15 alle 20 con Paola Natalicchio (La Sinistra) e venerdì 17 maggio alle 19 con Mario Furore (Movimento Cinque Stelle). La conclusione del ciclo di incontri è prevista lunedì 20 maggio alle 19 con Elena Gentile (Partito Democratico).

«Domenica 26 maggio - sostiene Pva - saremo chiamati al voto per il rinnovo del Parlamento Europeo, ma di queste elezioni nessuno parla! Eppure il destino della nostra nazione si decide proprio in Europa! In questo momento di profonda crisi economica e sociale c’è ancor più bisogno di un’Unione Europea forte e unita,che possa contare sulla fiducia e sul consenso dei propri cittadini. Il 26 maggio saremo, infatti, chiamati a decidere se vogliamo un’Europa democratica, basata sui valori della pace edella democrazia, cosmopolita e sostenibile, o un’Europa nazionalista, autoritaria e antidemocratica».

«In quest’epoca di slogan - conclude il movimento politico - e di una politica debolissima e lontana dalla gente, siamo fermamente convinti che una città,una regione, una nazione, l’Unione Europea possa progredire solo se i suoi cittadini sono informati e direttamente coinvolti».


Lascia il tuo commento
commenti