Fratelli d'Italia

«La comunità del centrodestra giovinazzese totalmente abbandonata»

La nota di Enzo Prudente co-coordinatore del partito della Meloni

Politica
Giovinazzo martedì 21 giugno 2022
di La Redazione
Una sede politica di Fratelli d'Italia
Una sede politica di Fratelli d'Italia © TraniLive.it

L’assenza di Fratelli d’Italia dalle amministrative pesa e va oltre i confini comunali. Si apre un dibattito all’interno del partito di centrodestra che secondo il co-coordinatore giovinazzese, Enzo Prudente, dovrà trovare una sua sintesi per dare una casa certa a chi sente di appartenere ad un’area politica ben definita. Per questo Prudete si rivolge agli organi del partito attraverso un comunicato stampa che pubblichiamo integralmente.

«Mi duole leggere le dichiarazioni del coordinatore di Fratelli d’Italia Michele Picaro, peraltro tardive e strumentalmente inopportune e insidiose. Picaro, evidentemente, non ha letto quanto da me pubblicato sulla testata «giovinazzolive», nonostante il comunicato sia stato inviato anche ad altre redazioni. Appare evidente che la fantapolitica forse appartiene al soggetto che ha inviato il comunicato stampa. Ci preme sapere come mai Fratelli d’Italia non è riuscita ad esprimere una lista in una consultazione che vedeva contrapposta una coalizione con vocazione di centro destra, peraltro rappresentante la continuazione di una visione ideologica sicuramente non di sinistra, contrapposta ora, invece, ad una coalizione di sinistra e estrema sinistra. Di tutta evidenza è che il coordinatore dimentica quanto sia nutrita la comunità di giovinazzesi che gravitano nell’area di destra, i quali si sono sentiti totalmente abbandonati in questa consultazione elettorale, per la quale si è ritenuto e si continua a ritenere di non dare “indicazione al voto”, così come, del resto è accaduto, per il primo turno. Se questi sono i presupposti non si comprende come potrà mai strutturarsi nella comunità giovinazzese una classe dirigente responsabile, capace di rappresentare Fratelli d’Italia. C’è da rimanere allibiti dalle dichiarazioni del coordinatore il quale, sommessamente, riteniamo dovrà dar conto di questa sua irresponsabile presa di posizione. Forse ci sono dinamiche a noi sconosciute che esulano da un discorso ideologico e politicamente corretto. Sarà opportuno che questa vicenda e tutto quanto sin qui accaduto venga portato, doverosamente, all’attenzione dei vertici del partito per un opportuno ne necessario chiarimento».

Lascia il tuo commento
commenti