Fondi europei

E’ in arrivo il «Fondo concorsi progettazione e idee per la coesione territoriale»

Ad annunciarlo l’onorevole Francesca Galizia attraverso un comunicato stampa

Politica
Giovinazzo giovedì 23 settembre 2021
di La Redazione
Francesca Galizia - Montecitorio
Francesca Galizia - Montecitorio © Camera dei deputati

Il Decreto Legge «Infrastrutture e Trasporti», il 121/2021, attualmente in fase di conversione alla Camera dei Deputati, contiene alcune misure di interesse per il rilancio del Mezzogiorno in termini di rafforzamento della progettazione territoriale e relativa accelerazione della spesa dei fondi europei tramite investimenti nei comuni meridionali. Ad annunciarlo è la parlamentare Francesca Galizia che sottolinea di come il Movimento 5 Stelle, il suo gruppo politico, abbia presentato numerosi atti parlamentari volti a incrementare la quota fondi destinata al Sud nel Piano nazionale di ripresa e resilienza.

«Nel Decreto Legge – si legge in un comunicato stampa a firma dell’onorevole Galizia -  è stato istituito un nuovo Fondo, denominato "Fondo concorsi progettazione e idee per la coesione territoriale", con una dotazione complessiva di oltre 123,5 milioni di euro (di cui 12.351.518 euro per il 2021 e 111.163.658 euro per il 2022) a cui avranno accesso tutti i Comuni e le Unioni di Comuni del Mezzogiorno con meno di 30 mila abitanti. L’assegnazione delle risorse ai singoli Comuni sarà fatta sulla base delle classi demografiche mentre una quota del 5% è riservata come meccanismo premiale per i concorsi indetti da unioni di Comuni». Dall’entrata in vigore del Decreto Legge i comuni destinatari dei fondi avranno sei mesi di tempo per impegnare le risorse ricevute. Potranno bandire avvisi pubblici per acquisire proposte progettuali e realizzare gli obiettivi previsti dal Pnrr. «Saranno privilegiati – si legge ancora nel comunicato – i progetti a vocazione territoriale, quelli a basso impatto ambientale, di recupero e valorizzazione del patrimonio esistente, di contrasto all’abusivismo».

Due i vantaggi derivanti dal fondo: il primo consentirà di sopperire al deficit di progettualità locale dovuto alla carenza di personale tecnico, il secondo comporterà il coinvolgimento di professionisti nella individuazione di progetti e idee, anche attraverso l’ausilio dell’Agenzia per la coesione territoriale. La Galizia è fiduciosa «nel credere che i fondi europei porteranno alla riduzione dei gap territoriali, e dunque a un vero e proprio riscatto del nostro Sud».

Lascia il tuo commento
commenti