Articolo 1

Pulizia delle strade e divieti di sosta: qualcosa non funziona

Per «Articolo Uno» è un caso di studio

Politica
Giovinazzo giovedì 10 giugno 2021
di La Redazione
Pulizia strade e divieti di sosta
Pulizia strade e divieti di sosta © n.c.

La pulizia meccanica delle strade, un esempio di mala concertazione di un servizio che invece di portare benefici, ricade negativamente sui cittadini. Perché, questo il motivo, in intere zone, per consentire alla spazzatrice meccanica di operare, non si può parcheggiare in nessun modo, se non correndo il rischio di essere multati. Tutto questo perché il divieto di sosta vige, nei giorni preposti, su entrambi i lati delle carreggiate e per interi isolati. Se ne lamentano i cittadini, lo stigmatizza «Articolo Uno». 

«È un caso di studio – scrive il movimento politico in una nota – i cartelli che indicano i giorni della pulizia delle strade, apparsi circa un mese fa in alcune zone della città, riferiscono della concentrazione delle operazioni di pulizia concentrandole nelle stesse ore e negli stessi giorni, costringendo i Vigili urbani a fischiare in continuazione, dalle 7 alle 9,30, per richiamare i proprietari delle auto parcheggiate e farle spostare. Naturalmente multando chi non accorre al richiamo sonoro». I divieti vanno sicuramente rispettati, ma perché non adottare strategie diverse che consentano la pulizia delle strade e allo stesso tempo consentire i parcheggi? È quanto si chiede «Articolo Uno». 

«La gente – scrive il movimento politico – giustamente è incavolata. Non può far sparire la propria auto se tutto intorno vige lo stesso divieto. Dove dovrebbero portasela? Forse dovrebbero girare per la città per quelle due ore inquinando l’aria? Eppure basterebbe copiare da altre città, dove si intervalla, ad esempio, una settimana da un lato della strada e la successiva dall’altro lato della stessa strada. Le norme, le ordinanze, le leggi che le istituzioni emanano e che i cittadini sono chiamati ad osservare, devono avere un criterio di buon senso, altrimenti diventano vessazioni». 

Ma c’è una incongruenza tra gli orari in cui è prevista la pulizia delle strade e quelli del ritiro dei rifiuti solidi urbani. Come fa notare «Articolo Uno», in quelle strade il ritiro dei rifiuti avviene spesso ben oltre le 11. «Qui i criteri sembrano schizofrenici», commenta il movimento politico. 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Eleonora ha scritto il 10 giugno 2021 alle 03:40 :

    Tutto giusto ma se noi cittadini non buttassimo tutto per terra forse non saremmo arrivati a questo. Rispondi a Eleonora

    Lapalisso ha scritto il 10 giugno 2021 alle 11:11 :

    Quoto Rispondi a Lapalisso