Officina 22

Si discuterà venerdì della mozione di sfiducia al sindaco e alla sua giunta

Officina Giovinazzo 22: « Chi crede nei valori della legalità e della buona amministrazione ha una sola opzione»

Politica
Giovinazzo martedì 23 febbraio 2021
di La Redazione
Officina 22
Officina 22 © Nc

«È giunta l’ora, per tutti, di fare appello alla propria coscienza e compiere un coraggioso atto di denuncia: perché nessuno, anche se alleato di coalizione, può rimanere complice di contegni amministrativi e gestionali che violano così palesemente la legge, mettendo a rischio i soldi dei contribuenti e la fiducia nelle istituzioni, in un momento così delicato per tutti». 

Così recita il comunicato di «Officina Giovinazzo 22», il soggetto politico che riunisce le opposizioni all’amministrazione retta da Tommaso Depalma, con il quale annuncia, per il 26 febbraio, il consiglio comunale che dovrà  discutere  la mozione di sfiducia al sindaco e alla sua giunta sottoscritta dal Partito Democratico e Primavera Alternativa. Una mozione che i due gruppi di opposizione in consiglio comunale hanno proposto perché «di fronte a fatti chiaramente illegittimi - si legge nella nota diffusa – diventa atto politico di eccellenza». La vicenda è quella legata agli atti firmati dal dirigente del terzo settore, in quiescenza per raggiunti limiti d’età, giudicati illegittimi e sui quali si era espresso anche il collegio dei Revisori dei Conti che ne ha chiesto la revoca. 

«Non si possono tollerare – sottolinea “Officina Giovinazzo 22” -  accadimenti gravissimi come quelli che hanno costretto un organo terzo e imparziale a richiedere l’annullamento e la revoca di tutti gli atti sottoscritti dal Dirigente del settore Urbanistica e Lavori Pubblici ed adottati dalla Giunta comunale e dal Sindaco, in ragione della loro clamorosa illegittimità». Il movimento politico rivolge anche un appello alle forze politiche della maggioranza. «Chi crede nei valori della legalità e della buona amministrazione e intende candidarsi per rappresentare i cittadini giovinazzesi – sottolinea la nota -  ha una sola opzione: esprimere il proprio voto a favore della mozione di sfiducia contro Sindaco e Giunta Comunale. 

È solo ripristinando il corretto clima di legalità che si potrà ritornare - tutti quanti ed a fronte alta – ad un confronto leale tra la gente e per la gente in nuove competizioni elettorali».

Lascia il tuo commento
commenti