L'appuntamento

I dati personali e i cinque giganti del web, a Giovinazzo stasera c'è Pino Bruno

Alle 18 in sala Marano l'incontro organizzato dalla Scuola di impegno civile e politico "Pino De Musso"

Cultura
Giovinazzo venerdì 14 dicembre 2018
di La Redazione
Pino Bruno
Pino Bruno © Nc

Si intitola "Abbiamo il mondo in tasca, attenti a non farcelo rubare» l'appuntamento della Scuola di impegno civile e politico "Pino De Musso" in programma stasera, venerdì 14 dicembre, alle 18 in Sala Marano all'interno dell'Istituto Vittorio Emanuele. La serata è organizzata da Comitato per la salute pubblica, associazione Progetto Socrate in collaborazione con la Fondazione Gramsci Puglia. Il relatore sarà Pino Bruno, direttore dell’edizione italiana di "Tom’s Hardware" (www.tomshw.it), la più popolare e influente testata di tecnologia online al mondo.

I DATI PERSONALI E INTERNET Da tempo - si legge in una nota -, il mondo è nelle nostre tasche, sulle nostre scrivanie, nei nostri telefonini. 25 anni fa Internet ci ha dato libertà di accesso al sapere, ci ha messo in comunicazione con il pianeta. Lontani ma vicini, sempre e dovunque. Poi della rete si sono impossessati loro, i cinque nuovi giganti: Apple, Google, Microsoft, Facebook e Amazon. Raccolgono i nostri dati. Li usano in modo indiscriminato. Spesso li vendono. Accade così che le informazioni su di noi arrivano nelle mani di soggetti altri, che le manipolano come credono. Accade così che i nostri dati divengono "petrolio digitale" o si trasformano in minacce alla nostra sfera pubblica o privata, o in ‘bufale’ che infettano le catene della comunicazione. Meritiamo risposte alle domande: chi controlla i nostri dati? Chi vi ha accesso? Chi e come li usa? Come ci difendiamo dalle falsificazioni, dalle contraffazioni. È un mondo che ormai miete milioni di vittime nei campi più disparati: medicine contraffatte, favole sui vaccini, falsi giocattoli o ricambi, alimenti contraffatti. Nel mirino della disinformazione organizzata, delle fake news a valanga c’è soprattutto la democrazia.



Lascia il tuo commento
commenti