PrimaVeraMusicale

Con PrimaVeraMusicale torna la musica dal vivo

Tre serate tra la scuola di musica F. Cortese e la Vedetta sul Mediterraneo

Cultura
Giovinazzo mercoledì 21 luglio 2021
di La Redazione
PrimaVeraMusicale
PrimaVeraMusicale © n.c.

Con il Cool Jazz Quartet, di scena stasera nel chiostro della scuola di musica «F. Cortese», torna «PrimaVeraMusicale», la rassegna di musica organizzata in collaborazione con il gruppo Fai di Giovinazzo e inserita nel cartellone estivo degli eventi messo a punto dall’amministrazione comunale. È una edizione anomala, condizionata dai problemi legati alla pandemia, ciononostante gli organizzatori hanno voluto che si tornasse alle emozioni della musica dal vivo. «Sapevamo che lo sforzo organizzativo sarebbe stato notevole, pieno di ostacoli e impedimenti dovuti principalmente all’emergenza che stiamo vivendo, e così è stato – ha dichiarato il direttore artistico della manifestazione Gaetano Depalma - Ma bisogna tornare ad apprezzare l'arte, la musica e la bellezza, regalando e regalandoci momenti di distrazione e di normalità».

La quinta edizione di «PrimaVeraMusicale» come prima serata vedrà l’esibizione, come già detto, del Cool Jazz Quartet, una formazione composta da con Serena Grittani (voce), Giuseppe Todisco (tromba e flicorno), Bruno Montrone (Hammond) e Dario Riccardo (batteria). Quattro giovani musicisti già affermati che faranno riscoprire i classici della tradizione jazzistica. 

La seconda serata, vedrà l’esibizione alla Vedetta sul Mediterraneo, dei «Terra di voci», gruppo giovinazzese composto da Mariangela Di Capua (voce), Leonardo Lospalluti (mandolino e charango), Nicola Nesta (basso e chitarra), Francesco Giancaspro (pianoforte), Gaetano Depalma (flauto e chitarra), Eric Forsmark (percussioni). Il loro repertorio guarda a sud, un percorso geografico e musicale per vivere passioni, contrasti, gioie e nostalgie. 

La rassegna si concluderà venerdì con il duo «Assoli – Recitar Suonando» con Vincenzo Mastropirro (flauto) e Mauro Altamura (clarinetto). Nel chiostro della scuola di musica Filippo Cortese, il duo proporrà una sorta di percorso onirico tra musica e poesia sulla scia di quel «recitar cantando» in voga nel 1600 negli ambienti aristocratici romani.

Tutte le esibizioni cominceranno alle 19,30. Saranno anticipate dalla visita guidata dei luoghi a cura del Fai.  

Lascia il tuo commento
commenti