Arresti

Aggredirono un giovane e la sua famiglia per un debito non pagato

Emesse ordinanze di custodia cautelare a 9 soggetti del clan Strisciuglio

Cronaca
Giovinazzo venerdì 11 settembre 2020
di La Redazione
gazzella dei Carabinieri
gazzella dei Carabinieri © Riccardo Superbo

Enziteto,Palese, Santo Spirito. Tre frazioni, o meglio paesi, che sono ad un tiro di schioppo da Giovinazzo. Sono periferia, in tutti i sensi del capoluogo Bari, dove le comunità che li abitano sono troppo spesso ostaggio di bande di malavitosi che si contendono il territorio e il malaffare. Bande che troppo spesso «incidono» sulla sicurezza della nostra città e con cui fare i conti quasi quotidianamente. E quelle comunità devono fare i conti anche con scontri interni alle stesse organizzazioni criminali. Per lo spaccio delle sostanze stupefacenti, soprattutto, come ha potuto dimostrare la Dda, che con la Procura della Repubblica di Bari, ha ordinato l’arresto, con custodia cautelare in carcere, di 9 soggetti, contestando i reati di lesioni aggravate, violenza privata, di lesioni aggravate, e per uno di loro violenza sessuale. Il tutto aggravato per aver agito con metodo mafioso e per motivi abietti.
L’indagine trae origine da una violenta aggressione avvenuta il 19 maggio 2020 ai danni di un ragazzo, mentre era nella sua abitazione di Bari Palese, unitamente ai suoi genitori ed al nipote minorenne. Nella ricostruzione dell’episodio, i Carabinieri hanno potuto constatare come tutto sia scaturito da un contrasto maturato negli ambienti dello spaccio di sostanze stupefacenti, in seno al gruppo criminale del clan Strisciuglio. In pratica un debito, sembrerebbe di 250 euro, non pagato. Ad agire sarebbero stati in 8, almeno 5 di loro avrebbero fatto irruzione nella casa del ragazzo, avrebbero aggredito la madre che cercava di proteggere suo figlio avventandosi sul ragazzo colpendolo violentemente con un tirapugni. La donna sarebbe stata anche palpeggiata pesantemente e ripetutamente. Grazie alle immagini di sistemi di videosorveglianza, alle dichiarazioni delle vittime ed alle fonti di prova raccolte, i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo, coordinati dalla locale Procura della Repubblica - D.D.A., hanno identificato e denunciato 7 degli otto componenti del gruppo, oltre che il mandante della spedizione punitiva. Il giovane aggredito è adesso sotto protezione con tutta la sua famiglia.

Lascia il tuo commento
commenti