Sequestro novellame

Pesce sequestrato dalla GdF e dalla Capitaneria di Porto

Il novellame era destinato al mercato ittico al dettaglio

Cronaca
Giovinazzo venerdì 31 luglio 2020
di La Redazione
Novellame sequestrato
Novellame sequestrato © GdF

Una operazione congiunta dei Finanzieri della Tenenza di Molfetta e degli uomini della Capitaneria di Porto, ha portato al sequestro e alla distruzione di 14 chilogrammi di pesce ritenuto in cattivo stato di conservazione dal dirigente medico veterinario della Asl Bari. Il novellame, di questo si trattava, era trasportato a bordo di un automezzo proveniente da Trani e destinato al mercato ittico al dettaglio. Il trasportatore della merce è stato denunciato alle autorità giudiziarie per «detenzione per la vendita di prodotti ittici in cattivo staso di conservazione e senza autorizzazione ministeriale». Il sequestro è rientrato in una più vasta operazione per il rafforzamento delle attività di contrasto all’evasione fiscale e all’abusivismo commerciale. «L’azione di servizio sottolinea ancora una volta - si legge nel comunicato stampa diffuso dalla Guardia di Finanza - il costante presidio attuato sul territorio dalla Guardia di Finanza e dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera a difesa della legalità, volto alla salvaguardia e tutela dell’ambiente e a contrastare tutti quei comportamenti illeciti, in grado di minare la sana e leale concorrenza tra gli operatori del mercato, danneggiando le imprese ed i lavoratori onesti e, più in generale, l’economia del nostro Paese».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele Lopraino ha scritto il 31 luglio 2020 alle 03:36 :

    Nome e cognome così la gente evita di comprare da lui. Rispondi a Michele Lopraino