Raccolta differenziata

Dieci condomini su undici non smaltiscono bene i rifiuti: sanzionati

Sono partiti i controlli anche per le utenze domestiche

Cronaca
Giovinazzo giovedì 29 luglio 2021
di La Redazione
raccolta differenziata
raccolta differenziata © n.c.

E adesso i controlli sul corretto smaltimento dei rifiuti solidi urbani, toccano anche le utenze domestiche. I condomini in particolare. Quelli che hanno i grandi contenitori in comune. Gli agenti della Polizia locale, insieme agli addetti alla raccolta dei rifiuti, hanno passato al setaccio 11 diversi condomini. Ben 10 sono risultati non in regola e quindi da sanzionare, con multe che vanno dai 50 a 300 euro. Per la non corretta differenziazione dei rifiuti domestici.

 «Lo avevamo annunciato e così è stato che, oltre alle attività commerciali, avremmo iniziato i controlli alle utenze domestiche – ha commentato il sindaco Tommaso Depalma – Il controllo sull’esatto smaltimento dei rifiuti è e sarà il più esteso possibile. Su questi argomenti insisteremo e non molleremo, perché fare bene la differenziata significa provare a contenere i costi dello smaltimento dei rifiuti che inevitabilmente si scaricano sulla TARI che tutti odiamo. Ora abbiamo un sistema efficace che ci permette di smaltire bene i rifiuti, ci dobbiamo sforzare di smaltirli bene. Il nostro obiettivo non è fare i verbali, ma educare i cittadini a fare la giusta raccolta differenziata che significa differenziare bene tutti i rifiuti differenziabili e lasciare alla raccolta settimanale dell’indifferenziato una parte davvero insignificante». 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Frank ha scritto il 30 luglio 2021 alle 12:37 :

    E se lascio il mastello negli orari previsti chi controlla fino alla raccolta degli operatori se altri soggetti aggiungono rifiuti non dovuti che fanno scattare sanzioni? Perché non usare cassonetti con sistemi elettronici x conferire i rifiuti che vengono pesati e controllati? Da anni sono in uso in altre località ( vedi Imola) Rispondi a Frank

    Maria P ha scritto il 02 agosto 2021 alle 17:49 :

    Non devono controllare chi è stato ma fare più multe possibile per fare cassa. Rispondi a Maria P

  • Marco ha scritto il 29 luglio 2021 alle 13:00 :

    Ci sono Paesi civili nei quali la differenziazione viene effettuata a valle, dopo la raccolta, ed è svolta in automatico da macchinari appositi. Con minori costi di raccolta. Rispondi a Marco

  • Maria P. ha scritto il 29 luglio 2021 alle 09:02 :

    Quindi la raccolta differenziata non solo genera un aumento della Tari (nonostante sia nata per ridurla) ma anche una serie di multe, fatte illecitamente al "condominio" mentre il responsabile vero e unico resta sconosciuto. Si spara nel mucchio. Giuridicamente la vicenda ha dell'incredibile. Rispondi a Maria P.