Il rapporto Gimbe

Covid: in Puglia contagi aumentati del 29% in una settimana

Registrata un'accelerazione del virus ma la Puglia è la regione con la migliore copertura vaccinale tra gli over 60

Cronaca
Giovinazzo domenica 18 luglio 2021
di La Redazione
Vaccino anti Covid
Vaccino anti Covid © ASL Bari

Tornano a crescere anche in Puglia i contagi da Covid-19, secondo quanto rilevato dal monitoraggio settimanale della fondazione Gimbe. Sotto controllo comunque la situazione negli ospedali, sia nelle terapie intensive che nei reparti di malattie infettive e pneumologia: l'occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid è soltanto del 2 per cento.

La Puglia in ogni caso è la regione con la migliore copertura vaccinale tra gli over60, secondo i dati in possesso della fondazione Gimbe.

Solamente il 7,2% dei residenti non ha ancora ricevuto nemmeno una dose di vaccino anti-Covid, contro una media italiana del 12,4%. La Puglia, nel dettaglio, è prima nella copertura nella fascia 60-69 anni e 70-79 anni, sesta tra gli over80. Complessivamente, la percentuale di popolazione con ciclo completo è pari al 44,1% a cui aggiungere un ulteriore 19,2% solo con prima dose, fa meglio solamente la Lombardia. La percentuale di popolazione over80 con ciclo completo è pari al 92,8% a cui aggiungere un ulteriore 4,3% solo con prima dose; la percentuale di popolazione 70-79 anni con ciclo completo è pari al 80,4% a cui aggiungere un ulteriore 13,5% solo con prima dose; tra 60-69 anni ha terminato il ciclo il 66,5% a cui aggiungere un ulteriore 22,9% solo con prima dose.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 18 luglio 2021 alle 13:04 :

    È un copione collaudato: bisogna riattivare il pericolo Covid che in estate, si sa, cala. Bisogna drammatizzare la variante Delta anche inventando un po', evitando sempre di distinguere tra contagiati e malati. Occorre rimettere in moto i controlli e infine sostenere gli affari di vaccini e tamponi. E per fare meglio tutto ciò non bisogna permettere che i cittadini escano dalla paura. Rispondi a Franco