San Pietro Pago

Al via il bando per la messa in sicurezza della discarica di San Pietro Pago

Stallone: «Con verbale di somma urgenza continuiamo a emungere il percolato»

Cronaca
Giovinazzo martedì 02 marzo 2021
di La Redazione
Percolato intorno alla discarica di San Pietro Pago
Percolato intorno alla discarica di San Pietro Pago © Nc

L’Ager, l’agenzia regionale per la gestione del territorio e dei rifiuti, ha pubblicato il bando di gara  per l’affidamento dei lavori di messa in sicurezza della discarica di San Pietro Pago. Un primo passo importante per arrivare alla soluzione di un problema che investe Giovinazzo da decenni. 

Chiusa al conferimento dei rifiuti dal 2014, la discarica ha continuato a produrre percolato, il liquido che si forma per la fermentazione della massa di rifiuti depositati nei lotti del sito. Costituendo un pericolo per l’ambiente a causa delle possibili infiltrazioni nel sottosuolo e nelle falde acquifere. Diversi gli interventi di aspirazione del liquido che però non hanno mai risolto il problema. Per questo la messa in sicurezza di San Pietro Pago è sempre stata una priorità. A distanza di tempo, dopo il Comune aveva delegato la stessa Ager a provvedere alla realizzazione del progetto esecutivo dei piani di messa in sicurezza, finalmente è arrivato il bando di gara per l’affidamento dei lavori.  Il progetto ha un valore complessivo di circa 3 milioni e 900mila euro. 

«Facciamo un altro passo avanti per chiudere un problema enorme ereditato dal passato – è la dichiarazione del sindaco, Tommaso Depalma - Tutto ciò che riguarda la discarica attiene ad iter lunghi e complessi, lo stesso progetto che è alla basa di questa messa in sicurezza ha dovuto superare il vaglio di oltre 300 osservazioni tecniche. Tuttavia, noi non demordiamo e, nonostante tutto, portiamo a casa quest’altro risultato storico». «Sulla discarica lavoriamo su tutti i fronti – gli fa eco l’assessore all’Ambiente, Salvatore Stallone - Adesso con verbale di somma urgenza continuiamo ad emungere il percolato e a breve ci doteremo di nuove risorse economiche della Regione Puglia per poter gestire al meglio questa fase di transizione sino all’esecuzione dei lavori di messa in sicurezza».

Lascia il tuo commento
commenti