Coronavirus

Torna a salire leggermente la curva del Covid a Giovinazzo

Il 4 e 7 marzo è prevista la vaccinazione del personale scolastico. Sopralluogo della Asl nella sede della Fratres

Cronaca
Giovinazzo lunedì 01 marzo 2021
di La Redazione
Vaccino anti-Covid
Vaccino anti-Covid © n.c

Il saldo del contagio  da Covid 19 a Giovinazzo al 27 febbraio scorso è di 106 positivi. Uno in più rispetto a tre giorni prima, ma i nuovi casi in quei giorni sono stati 16. Altre persone che hanno contratto il virus e questa volta ci sono anche bambini che sono compresi nella faascia d’età tra i 0 e 9 anni, oltre che a ragazzi comprsi tra i 10 e i 19 anni. Segno, come già avvertivano le autorità sanitarie, che le mutazioni del coronavirus aggrediscono di più i giovani. È difficile sapere se in questo caso sia stata la variante inglese a colpire, fatto sta che, a gurdare i grafici forniti dalla Prefettura, c’è una recrudescenza del contagio anche in città. Sono numeri che fanno impressione, da inizio pandemia hanno contratto il virus 775 giovinazzesi.  In gran parte asintomatici, o con lievi sintomi, ma il rischio per tutti è alto. 

Nel frattempo continua la vaccinazione presso l’ufficio igiene del poliambulatorio di via Papa Giovanni XXIII, agli ultraottantenni autosufficienti, mentre per chi aspetta la vaccinazione a domicilio le agende sono ancora chiuse. È cominciata anche la vaccinazione per il personale scolastico . Insegnanti e  personale  non docente che operano a Giovinazzo potrà ricevere il vaccino a Molfetta presso l’istituto Valente. Si comincerà il 4 marzo con il personale dell’istituto comprensivo «Don Saverio Bavaro – Guglielmo Marconi», per poi proseguire il 7 marzo con il personale della «San Giovanni Bosco – Michelangelo Buonarroti». 

«A breve  - afferma il sindaco  Tommaso Depalma – emanerò una ordinanza di sospensione delle attività didattiche in quanto non è possibile garantire la continuità educativa nelle giornate dedicate alla somministrazione del vaccino e a quelle seguenti». Intanto la Asl Ba ha effettuato un sopralluogo nella sede della Fratres in via Marconi per verificare l’idoneità del luogo per le operazioni di somministrazione del vaccino in vista anche della vaccinazione di massa. 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 01 marzo 2021 alle 21:14 :

    Vabbè , piuttosto oggi un noto quotidiano nazionale ha titolato: Il sacco del Covid. 2 miliardi di affari opachi nel mirino di venti Procure. Indagini su tangenti, sprechi e appalti truccati. Rispondi a Franco