Coronavirus

È possibile una terza ondata della pandemia? La preoccupazione di Emiliano

«Meglio se in zona arancione». La speranza nei vaccini

Cronaca
Giovinazzo mercoledì 13 gennaio 2021
di La Redazione
Ospedale Covid in Fiera
Ospedale Covid in Fiera © n.c.

C’è forte preoccupazione per la possibile evoluzione della pandemia. I numeri in Puglia sono stabili, non crescono, ma sono  elevati. Ne è consapevole il presidente Michele Emiliano, che avrebbe preferito vedere la regione in zona arancione piuttosto che gialla. «Basta un non nulla per riaccendere a ripartire verso la terza ondata», ha affermato. Quella che per molti a novembre scorso è stata la seconda ondata ha fatto registrare quasi 40mila contagi. Le strutture ospedaliere hanno retto, anche se in sofferenza, riuscendo a dare assistenza a tutti, quadruplicando la struttura ospedaliera. In previsione poi di una recrudescenza del contagio, la Puglia sta finendo di realizzare le corsie Covid, in alcuni padiglioni della Fiera del Levante. Un vero e proprio ospedale con 10 reparti per complessivi 160 posti letto su 15mila metri quadrati, 2 sale operatorie, una zona Tac e laboratori di analisi. I lavori dovrebbero concludersi il prossimo 15 gennaio. Entrerà in attività, se si dovessero riempire gli ospedali pugliesi che, dopo un breve periodo di decongestione, si stanno nuovamente riprendendo, anche se lentamente. Stesso discorso per le terapie intensive, con i ricoverati che sono aumentati nuovamente, fino a 170, nella giornata di ieri, con 22 nuovi ingressi. Insomma la crisi pandemica continua a mordere. La speranza è tutta riposta nei vaccini. Il Pfizer che è già distribuito nella quasi totalità delle dosi attese dalla Regione, e il Moderna, su cui però non ci sono ancora indicazioni. Sono poco più di 40mila i vaccinati tra operatori sanitari e ospiti delle Rsa, a breve partiranno anche i richiami.  

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 14 gennaio 2021 alle 18:44 :

    E intanto cerca di dare tutta la colpa della diffusione dei virus alla scuola. Sta solo cercando un capo espiatorio all'incapacità di contenere il contagio. Rispondi a Maria P.