Vaccino Anti Covid

Vaccino anticovid: «Una grande battaglia di massa»

La testimonianza di Sabino Sterlacci

Cronaca
Giovinazzo domenica 10 gennaio 2021
di La Redazione
Sabino Sterlacci si sottopone al vaccino anticovid
Sabino Sterlacci si sottopone al vaccino anticovid © Nc

«Foto sì? Foto no?  Certo che sì, assolutamente sì, doverosamente sì». Comincia così il post che Sabino Sterlacci, Ingegnere Clinico presso l'Istituto Tumori «Giovanni Paolo II» di Bari. Ha voluto pubblicare sulla sua pagina Facebook, e gentilmente ci autorizza a riproporre, il momento della sua vaccinazione per testimoniare per testimoniare  e per esortare a fare altrettanto non appena sarà possibile. per contribuire a debellare il Covid, virus che sta mettendo a rischio la salute di tutti. Il suo post lo riproponiamo integralmente.  
«Vi confesso proprio un grande desiderio: sogno di vedere gli account WhatsApp, Facebook, Instagram, Twitter,  pullulare ed espolodere di foto di vaccini e vaccinati da qui a tutto giugno almeno. Vorrei proprio vedere una esplosione di retorica buonista della "foto vaccino", magari accompagnata da pipponi sermonici come questo mio.
Perché queste foto non sono esibizione, non sono eroismo spicciolo, non sono moda, non sono spettacolo: sono la gioia, sono l’incoraggiamento, sono la speranza, sono il senso del dovere.
Ma cavolo, veniamo da un periodo così duro, siamo in un periodo così emotivamente provante, fisiologicamente triste; proprio in queste ore la mia comunità giovinazzese è provata da notizie che definire drammatiche è poco.
E poi accade che la scienza ci consegna una possibilità, una strada di nome vaccino: ok lunga, ok incerta, ma una strada, razionalmente credibile. E noi cosa dovremmo fare? Nasconderci? Chiuderci? Farci le seghe mentali?
Altro che falsi eroi, altro che meri esibizionisti, io oggi, da operatore sanitario, da privilegiato dello Stato Italiano qual mi sento, vi mostro la foto della mia gioia, del mio senso del dover affinché chiunque la veda arda di voglia di vaccinarsi al più presto possibile. Lo facciano i più impazienti, che invito ad attendere con ansia propositiva.  Lo facciano i più dubbiosi, che invito ad avere fiducia.  Lo facciano i più timorosi, che invito a non aver paura.  Lo facciano i più sicuri e coraggiosi, che invito a non deridere le paure e i dubbi altrui, ma piuttosto a tranquillizzare, a spiegare, ad invogliare con empatia con dolcezza con pazienza.
Perché questo vaccino è una grande battaglia di massa, non lo potremo fare tutti, ma è proprio per questo che quelli che possiamo, dobbiamo farlo tutti.
Mi consegno. E vi abbraccio.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 10 gennaio 2021 alle 11:45 :

    Quando la finiremo di postare selfie con i vaccinati faremo un grande favore all'umanità. Non è uno spettacolo né un motivo di esibizione, seppure celato dietro il bisogno di dare il "buon esempio". Rispondi a Maria P.