Mare sicuro 2020

Entra nel vivo l’operazione «Mare sicuro 2020»

I consigli della Guardia costiera per l'estate in sicurezza

Attualità
Giovinazzo giovedì 02 luglio 2020
di La Redazione
Guardia costiera
Guardia costiera © Guardia Costiera

Il personale della Guardia Costiera di Molfetta e della stazione marittima di Giovinazzo, saranno in prima linea nell’Operazione «Mare sicuro 2020», lungo tutto il litorale che ricade sotto la loro giurisdizione. Una motovedetta e tre unità navali minori, affiancate da squadre a terra, vigileranno sulla sicurezza della navigazione, la salvaguardia della vita in mare e la tutela dell’ambiente marino e costiero. Nei fine settimana di luglio e metà agosto, in concomitanza con il maggior afflusso di bagnanti sulle spiagge, sono previsti ulteriori rinforzi del personale militare.
Le raccomandazioni della Guardia Costiera, rivolte a bagnanti e diportisti, sono quelle di tenere sempre un comportamento attento e responsabile, rispettando le indicazioni riportate nelle ordinanze emanate dall’Autorità marittima, e le più generali norme di buon senso e prudenza. Per i diportisti, in particolare dopo la lunga sosta invernale, il consiglio è quello di verificare il perfetto funzionamento del proprio natante e la tenuta corretta della documentazione nautica in possesso, e prima di prendere il mare, controllare di avere a bordo una quantità sufficiente di carburante e di viveri di prima necessità. È buona prassi avvisare sulla navigazione che si intende effettuare. Velocità moderata soprattutto nei porti e lungo la fascia costiera, la navigazione è consentita a oltre 200 metri dalla costa, è il miglior modo per individuare la presenza di bagnanti in mare. Per i conduttori di moto d’acqua la distanza minima di navigazione dalla costa si raddoppia e il loro utilizzo è vietato nelle fasce orarie che vallo dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 17. La Guardia Costiera non manca di dare consigli anche ai bagnanti. Come quello di non tuffarsi dalle scogliere frangiflutti o dalle opere foranee perché è vietato, oltre che pericoloso, o quello di non allontanarsi con materassini, salvagente o piccoli canotti, in caso di giornate ventose e con correnti che potrebbero spingere al largo. Ulteriore raccomandazione è per i fruitori di Torre Gavetone. La zona è interdetta alla balneazione per la presenza in mare di ordigni bellici.

Lascia il tuo commento
commenti