La nota

​Brand e logo Giovinazzo, la replica dell’assessore Cristina Piscitelli

«Logo presentato in sede di gara. Laboratoriocom, risultata prima classificata, ha proposto assumendosi il rischio di inserire il logo che avrebbe poi accompagnato tutti gli eventi del Comune. Importo 30mila euro e non 40mila»

Attualità
Giovinazzo mercoledì 29 gennaio 2020
di La Redazione
Il brand turistico della città
Il brand turistico della città © Nc

L'assessore Cristina Piscitelli precisa i contorni della vicenda del brand e logo di Giovinazzo. Nei giorni scorsi PrimaVera Alternativa aveva chiesto spiegazioni all'amministrazione comunale ale circa la vicenda del logo e del brand di Giovinazzo. Il movimento politico infatti aveva sottolineato come il logo fosse presente sul cartellone di una manifestazione organizzata dal Comune (la consegna della cittadinanza a John Turturro, ndr) prima che la gara per la realizzazione del logo fosse affidata.

«Dopo una serie di passaggi amministrativi - afferma Piscitelli in una nota - che hanno portato alla pubblicazione del bando di gara, e di tutti gli atti successivi, con la seduta di valutazione del 30 maggio 2019 l’agenzia di comunicazione ‘Laboratoriocom’ è risultata prima classificata nella procedura di selezione dell’operatore economico cui affidare il servizio in oggetto. Pertanto, la Laboratoriocom, in virtù delle iniziative già in programma a Giovinazzo, ed in particolare l’evento dedicato al regista e sceneggiatore di fama internazionale John Turturro, mentre si procedeva alle verifiche di rito nel mese di giugno, ha proposto spontaneamente e senza oneri aggiuntivi per l’Ente, a proprio rischio, di inserire il logo che avrebbe poi accompagnato tutti gli eventi del Comune. Si precisa che il logo rientrava nel progetto presentato in sede di gara. Si precisa, inoltre, che il costo dell’intero servizio è pari a € 30.710,00 più IVA e non a € 40.000,00 come riportato da alcuni, e che l’importo non riguarda solo il logo ma una serie di servizi tra cui la predisposizione di un piano marketing territoriale; l’ideazione, la realizzazione e la gestione delle attività e dei servizi di comunicazione verso l’interno e verso l’esterno tramite un apposito portale finalizzati a promuovere la città in maniera globale ed integrata; un piano di comunicazione digitale; e una serie di servizi di supporto al lavoro di programmazione e realizzazione di eventi culturali e alla predisposizione di progetti per la partecipazione a bandi europei. Sarebbe auspicabile, invece, un confronto in merito al lavoro che si sta facendo con l’agenzia di comunicazione per collaborare fattivamente allo sviluppo dei servizi a sostegno della crescita dell’immagine di Giovinazzo. Tale lavoro, infatti, vede già il coinvolgimento delle associazioni culturali tutte che hanno ripreso la loro attività anche nell’ambito della consulta di riferimento, e dell’ associazione di categoria dei commercianti che sta mostrando grande collaborazione e impegno. A breve saranno direttamente coinvolti tutti nella costruzione del nuovo portale a disposizione del turista. Come dimostrato in questi primi dieci mesi dal mio insediamento, vi è la massima disponibilità al confronto e allo scambio di opinioni così come ad accogliere progetti ed idee. Da aprile 2019 aspetto ancora chi, in sede di Consiglio comunale, mi aveva detto che sarebbe venuto a trovarmi. Colgo questa occasione per ribadire, ancora una volta, che la mia porta è sempre aperta, che se ho accettato questo incarico è stato unicamente per cercare di riuscire a fare qualcosa per la mia città. Sono sempre stata convinta che turismo e cultura possano essere il binomio vincente per Giovinazzo. Non siamo ricchi , ahinoi, e allora dobbiamo lavorare sulle idee e capire cosa possiamo offrire ai giovani, e non solo, di questo territorio. Se Giovinazzo cresce, e oggi abbiamo anche un’agenzia di comunicazione che può aiutarci in tal senso, cresce anche la speranza e con essa la voglia di futuro. Meno accessi agli atti e più fatti. La nostra possibilità è adesso e non c’è politica che possa stoltamente osteggiare una grande occasione per tutti».

Lascia il tuo commento
commenti