Il messaggio

Fidapa, il commiato di Wanda Massari: «Un grazie sincero per l'appoggio che mi è stato dato»

La presidente della sezione di Giovinazzo saluta e ringrazia dopo aver passato il testimone nelle mani di Luisa Dagostino

Attualità
Giovinazzo giovedì 17 ottobre 2019
di La Redazione
Wanda Massari
Wanda Massari © Fidapa Facebook

Di Wanda Massari

Il tempo vola ed eccoci qui a salutare il biennio appena trascorso che mi ha vista presidente per la seconda volta dopo aver fondato la nostra sezione venti anni fa. Venti anni non sono pochi, ma non sono neanche tanti...e lo dimostrano l’energia e la solerzia con le quali abbiamo lavorato in questo biennio, perseguendo tanti obiettivi dei quali parleremo durante la cerimonia del passaggio delle consegne.

Desidero porgere a voi tutti il mio sincero grazie per l’appoggio che mi è stato dato dall’intera Sezione, sia durante le varie attività ed i lavori di gruppo, sia nei momenti di fragilità che la Sezione ha attraversato. Un grazie particolare alle fidatissime compagne di viaggio: Rosalba Petruzzi, che ha sempre sostenuto le proposte ed è stat a un eccellente e velocissimo tramite con le istituzioni ed il territorio, Isa che ha degnamente rappresentato la FIDAPA dinanzi alla Consulta, presso la quale avevo presentato la mia delega in suo favore, Raffaella che ha sempre sostenuto le mie proposte ed ha sempre dimostrato disponibilità alla collaborazione, Valeria che, malgrado la sua condizione di mamma in dolce attesa, ha dimostrato di essere comunque presente in qualità di Young, Rosalba che, in qualità di past presidente ha assolto al suo ruolo.

Grazie per l’eccellente lavoro di squadra effettuato per le due ricorrenze del 25 novembre 2017 e 2018 contro la violenza sulle donne: la creazione dell’aiuola a piazza S. Agostino (2017) ed il video ( 2018).
Come citarvi tutti? Il lavoro è stato immane e ha coinvolto tutta la cittadinanza.
Sì, coinvolgente e ricordo una per una le socie: in primis del mio Comitato: Isa, Rosalba, Rosalba, Raffaella e Valeria e poi Annamaria, Myriam, Rosalba P. quando abbiamo raccolto i sassi al mare e quando al Palazzetto dello sport aperto appositamente per noi, grazie a Lorenza li abbiamo dipinti (Lorenza; Lella, Angela, Rosaria, Rosalba P. e Rosalba D.) e poi li abbiamo assegnati con i nomi delle vittime alle varie associazioni. Ho rivisto le foto di quell’evento e la com mozione mi ha nuovamente fatto un brutto scherzo. Eravamo sul territorio e ci siamo perché abbiamo acquisito una sempre maggiore visibilità rifinita l’anno successivo anche con l’intreccio ed il relazionarci per il video 2018 con l’ospedale San Paolo (grazie a Mina), con le scuole giovinazzesi (grazie ad Anna M.), Scuole molfettesi grazie a Delia), gruppi musicali (grazie a Rosalba P.), scuole di musica (grazie ad Anna M.), associazioni sportive ( grazie a Myriam, Rosalba P.,) Istituzioni (grazie a Isa, Rosalba P.).

Ed ora ci sono tanti grazie ancor più particolari che il mio cuore sente di porgere:
a mia sorella, Myriam Massari, vulcano in eruzione per le sue proposte culturali che nella loro realizzazione hanno dato luce al lavoro Fidapa sia in territorio urbano attraverso la presentazione del suo libro, e del “Progetto Archi” sia in territorio extraurbano, a Pescara, attraverso un suo testo poetico; all’intero gruppo degli ”Archi” che ha abbracciato le idee proposte nel progetto e si è scatenato in una eccellente collaborazione dimostrando come si lavora in una squadra (Lella, Angela, Chiara, Rosalba e Lorenza); alle amiche che hanno partecipato al corso di danze popolari con la eccellente guida di Valeria Sallustio, che in modo allegro e spiritoso ci ha portate indietro nel tempo ed a tutte coloro che hanno compreso lo spirito dell’iniziativa: culturale e di aggregazione; alle care amiche che hanno intensamente lavorato per la stesura del Dizionario di Sezione che dopo vent’anni di vita era necessario elaborare: Lella, Angela, Rosalba, Anna Milillo; al gruppo “Legalità “ con Luisa, Irene, Isa ed alla Polizia di Stato, per aver accettato il mio progetto inerente alla legalità nel web e nella ferrovia ed avermi aiutata a realizzarlo; a Irene anche per il suo impegno circa la puntuale lettura e commento degli articoli dello Statuto; al gruppo “Creare è arte “ per aver dato forma per due anni consecutivi alla mia proposta inerente al tema biennale relativo alla creatività: Enza, Chiara, Cia, Rosalba P. Isa; al gruppo che elaborò l’idea e la realizzazione della serata sul testamento biologico: Rosanna, Orietta, Annamaria e Mina; - al gruppo sulla “Nutrizione e metabolismo” con Rosanna, Serena e Edda e poi anche Rosanna Del Carmine, subentrata in un secondo momento con fattiva collaborazione; alle past presidenti che hanno organizzato la cerimonia delle candele unitamente al gruppo preposto; al gruppo sull’Equal Pay Day con Delia, Isa, Rosalba P., Raffaella e Irene; alle assidue Lucianna, Brigida e Pasquina che unitamente a Lella, Angela, e Rosalba D. hanno sempre partecipato ad eventi nei quali c’era da rimpinguare la cassa; a tal proposito ringrazio Marilisa che in occasione della visita ad Ostuni è stata molto generosa sia nel suo impegno di organizzatrice sia nei confronti della cassa; a Lucianna per aver dato la sua disponibilità ad essere un ottimo tramite affinché questa sera e la serata di giugno potessero realizzarsi; a Cia e Myriam per aver dato luce al nostro paese con la creazione del loro book “Giovinazzo, perla del Mediterraneo”; a Maria Piscitelli, Rosanna Delcarmine e Maria Deliso che hanno ripreso ad essere partecipi in modo attivo alla vita della Sezione; all’infaticabile gruppo organizzatore della cerimonia delle candele: Isa, Rosalba, Raffaella, Chiara, Mina Rosalba D.; al gruppo sulla “ Carta dei diritti della bambina” e dei bambini: formato da Annamaria, Anna Milillo, Isa, Rosalba P., Raffaella: ed in parallelo alla Sezione di Bisceglie ed in particolar modo Lia e Sonia Storelli che hanno dato la disponibilità a lavorare in intersezione; a Rosanna Magaletti e Annalisa Messere per aver accettato l’idea di far parte di questa prestigiosa associazione; ad Annalisa, Myriam e Mina per aver dato ospitalità, disponibilità e collaborazione in occasione dell’accoglienza alle amiche savonesi gemellate; al gruppo che ha raccolto e esaminato il questionario del “Teaming up”; alla cara Eufemia Ippolito, energica e attenta consigliera, sempre disponibile fonte di sapere e di saggezza; alle care componenti del Distretto sud est per aver facilitato il mio lavoro svolgendo attentamente e con disponibilità i loro ruoli: Rosa Vulpio, Annamaria Musacchio, Fiammetta Perrone, Maria Nuccio, Emiliana Trentadue ed in particolare: Rosa Vulpio prudente, assennata, competente e attenta presidente distrettuale preparata ed aperta al dialogo e Annamaria Musacchio dolce, pronta, originale e ricca di risorse vicepresidente, ora presidente distrettuale; alle past presidenti nazionali Giulia Colucci e Cettina Piacente per aver celebrato insieme a noi il ventennale; a Janna Negro fata creatrice e sostenitrice di questa Sezione; alle presidenti del gruppo chat dei paesi viciniori con le quali si è instaurato dialogo e collaborazione: Vanna, Gilda, Lia, Maria Francesca, Rosa Anna, Marilina, Stefania, Angela, Mimma; alla disponibile Mariella Pastoressa; alla presidente della Sezione di Savona, Marcella Desalvo, con la quale si è ravvivato il gemellaggio.

Grazie agli amministratori nuovi e vecchi che sono stati presenti ai nostri eventi ed hanno collaborato: Tommaso Depalma, Michele Sollecito, Gaetano Depalo, Teresa Discioscia, Daniela Sala, Anna Vacca, Cristina Piscitelli , Antonella Colaluce. Grazie a Giovinazzo Viva, Giovinazzo Live E Giovinazzo Tv, la Piazza, In Città per la visibilità che hanno dato alla nostra associazione ,in particolare a Marzia Morva ed Agostino Picicco per la loro attenta analisi dei nostri eventi.
Grazie ai dirigenti Paola Scorza, Carmela Rossiello, M.R .Pugliese, A. Natalicchio ed alla prof.ssa Petta che hanno consentito la collaborazione ed il rapporto Fidapa–Scuola; alle associazioni con le quali abbiamo collaborato e tra queste soprattutto la Biblioteca Daconto e Puglia Marathon; grazie a don Pietro Rubini, alla giornalista Enza Caccavo. Un grazie grande al nuovo Comitato che permette di continuare questa bella storia nata a Giovinazzo venti anni fa e in Italia 90 anni fa. Grazie anche a chi mi ha creato difficoltà perché mi ha resa più resiliente. Grazie ai mariti pazienti che hanno partecipato alla realizzazione del video e agli eventi e che hanno collaborato nelle emergenze improvvise; un grazie particolare a Gaetano Dagostino, attento sostenitore e collaboratore della infaticabile moglie, nostra segretaria Rosalba Petruzzi. Infine, un grazie a mio marito ,continuo erogatore di infinita pazienza e collaborazione.

Con affetto, Wanda Massari, vent’anni dopo, presidente per il biennio 2017-2019.

Lascia il tuo commento
commenti