La Fondazione Defeo-Trapani

Odeion, ecco la programmazione autunnale. Musica, teatro, storia locale ed eventi fino a dicembre

Si parte domenica 29 settembre con Cristina Angiulli in "Novelle per un anno" di Luigi Pirandello. Tutti gli appuntamenti in programma nel cartellone. Il direttore artistico Laera: «A Giovinazzo c'è sete di cultura»

Attualità
Giovinazzo lunedì 23 settembre 2019
di La Redazione
La presentazione del cartellone autunnale del auditorium Odeion
La presentazione del cartellone autunnale del auditorium Odeion © Nc

È stato presentato nei giorni scorsi il programma delle iniziative che si terranno nell'Auditorium Odeion, della Fondazione Trapani-Defeo, dopo la pausa estiva. che comincerà domenica 29 settembre con "Novelle per un anno" di Pirandello e si concluderà ai primi di dicembre. Nutrito e variegato - si legge in una nota -, il programma spazia dalla musica al teatro con importanti appuntamenti di storia cittadina, oltre ad una sezione destinata alla formazione attraverso corsi di dizione e seminari intensivi di formazione teatrale.

Sono stati i direttori artistici nella persona del maestro Pietro Laera, per il comparto musicale, e del professor Franco Martini, per quello cultura e teatro, a curare i dettagli della presentazione. «Ha dello straordinario - ha affermato Laera - notare come il territorio ha subito risposto con una numerosa presenza alle iniziative proposte nell'Odeion. Siamo partiti in controcorrente, nel periodo estivo, eppure abbiamo constatato una straordinaria sete di cultura e di ciò ne siamo rimasti piacevolmente sorpresi. Le attività musicali in programma spaziano dalla musica classica, al jazz, al pop, con artisti tanto del nostro territorio quanto di respiro internazionale. Anche in questa stagione, una forte attenzione per i giovani, a cui è dedicata la sezione "Prodigi", che consente ai piccoli talenti di esibirsi in un contesto di valorizzazione e di crescita!.

Incisivo anche Franco Martini che ha tenuto a precisare come «La formazione é uno dei nostri obiettivi, voluti proprio dalla Fondazione e necessari per la crescita del territorio. Oltre al corso di dizione che sarà tenuto dal sottoscritto, abbiamo voluto prendere al volo la presenza del maestro di fama internazionale Yamanouchi e cogliere al meglio la sua offerta di corsi brevi ma intensi frutto della sua esperienza di produttore del comparto cinema teatro arricchitasi nell'avanguardia teatrale del '900 prendendo molto dal teatro orientale. La programmazione di questo trimestre va dagli assoli, tenuti tutti da attori professionisti, alle compagnie del teatro amatoriale scelte grazie alla preziosa collaborazione di Annamaria Carella presidente regionale del Teatro Pubblico Pugliese».

«In virtù del nostro impegno statutario - ha precisato Filippo D'Attolico, vicepresidente della Fondazione -, oltre alle iniziative culturali presentate dai direttori Laera e Martini, siamo già pronti per iniziare questo primo trimestre di lavoro con una serie di progetti che ci vedono in rete con tutte le associazioni di volontariato interessate a seguirci in questo percorso. Vogliamo rivolgerci, in particolar modo, a quelle fasce sensibili, ai soggetti svantaggiati e al loro singolare bisogno di inclusione. Sentiamo questo come dovere istituzionale e, dunque, pronti ad interfacciarci con le realtà già esistenti sul territorio (cito come esempio fra i presenti Anthropos e Anffas) per promuovere tutte quelle attività orientate a sostenere e promuovere progetti partendo dalle esperienze maturate nei singoli specifici settori e per noi prezioso elemento per una crescita collettiva».

Il programma

Teatro

"Assoli": domenica 29 settembre Cristina Angiulli in "Novelle per un anno"; domenica 13 ottobre Franco Ferrante in "Arcangelo"; venerdì 25 ottobre Lino De Venuto in "I colori dell'anima-Vincent Van Gogh"; venerdì 8 novembre Simon Baccaro in "Storie di una geisha"; venerdì 22 novembre Domenico Clemente in "Eroi, uomini e dei"; venerdì 6 dicembre Franco Martini in "All'inferno (con Messer Alighieri e il signor F.M.)".

"In compagnia": 5-6 ottobre la compagnia "Artemisia" di Bari in "La strana scomparsa di Sean Kid"; 19-20 ottobre la compagnia "Amici nostri" di Castellana Grotte in "Tre sull'altalena"; 2-3 novembre la compagnia "TerrAmare" di Castellaneta in "Due vecchie vergini" ; 16-17 novembre la compagnia "La cricca" di Taranto in "Libere clausure"; 30 novembre 1° dicembre la compagnia "Colpo di maschera" di Fasano in "A Vigevano si spacca - Storia a tratti musicali di chi canta Rino Gaetano". Ingresso a pagamento. Venerdì e sabato botteghino ore 20, sipario ore 20,30. Domenica botteghino ore 19, sipario ore 19,30.

Musica

Sabato 28 settembre "La musica italiana del '900" con il due pianistico Gemma Dibattista-Marilena Liso; sabato 12 ottobre "Voce nuda, dal negro spiritual al musical" con Luciana Negroponte; sabato 26 ottobre "Bruno Montrone piano trio" con Giampaolo Laurentaci al contrabbasso e Dario Riccardo alla batteria; sabato 9 novembre "Un violino per la vita" con Maria Serena Salvemini; sabato 23 novembre "The Maiden's farewell", con la vocalist Shannon Anderson e il suo quartetto; sabato 7 dicembre "Come nascono per noi le canzoni" con Mizio Vilardi alla chitarra e voce e Orazio Saracino al pianoforte. Ingresso a pagamento botteghino ore 20, sipario ore 20,30.

Didattica

Corso di dizione con docente il professor Franco Martini in otto lezioni tra ottobre e dicembre, ogni mercoledì pomeriggio, con un piccolo saggio finale. Il numero massimo di partecipanti è di 15. Il termine per le iscrizioni è fissato al 10 ottobre, Quota di partecipazione: 90 euro (70 euro per gli iscritti Fita).

I giovedì di Giovinazzo (incontri di storia locale)

Giovedì 10 ottobre "L'anonimo giovinazzese ha ora nome e cognome" con Diego De Ceglia; giovedì 14 novembre "Viaggiatori europei del Settecento a Giovinazzo" con Leonardo Martinelli; giovedì 5 dicembre "Il dio sole nella organizzazione urbana di Giovinazzo" con Nicola Dolciamore. Ingresso libero. Inizio alle ore 19,30.


Lascia il tuo commento
commenti