La manifestazione di Cuban club Bari

"Notti di stelle", a Giovinazzo in arrivo tre serate di grandi ospiti e di danza

I prossimi 23, 24 e 25 agosto in Piazza Vittorio Emanuele II con comici, ballerini, l'Orchestra Casadei, i White Queen e un grande corpo di ballo

Attualità
Giovinazzo mercoledì 21 agosto 2019
di La Redazione
Ballando con le stelle, immagine di archivio
Ballando con le stelle, immagine di archivio © Carmine Frascella

Tutto pronto per la 12esimama edizione di “Notte di Stelle... live in Giovinazzo", tre serate di spettacolo in programma i prossimi 23, 24 e 25 agosto in programma nella splendida cornice di Piazza Vittorio Emanuele. L'Associazione di danza sportiva "Cuban Club Bari", capitanata dalla presidente Pina Allegretti, organizza uno degli evento più attesi dell'estate creando un perfetto connubio tra danza, sport e spettacolo con ballerini di fama nazionale ed internazionale.

Le serate

Grandi ospiti nella serata di apertura di venerdì 23 agosto. Si comincia con il duo “Matranga e Minafò", direttamente dalla trasmissione televisiva "Made in Sud". Toni Mantranga ed Emanuele Minafò sono due ragazzi siciliani, simpaticissimi, che insieme formano una tra le coppie comiche molto amate nel noto programma televisivo. I loro personaggi e tormentoni sono amatissimi. Nella stessa serata si esibirà Umberto Gaudino, il ballerino di "Amici 18" ed ex maestro a "Ballando con le stelle". In particolare Umberto Gaudino ha gareggiato a "Ballando" in coppia con Martina Pinto nell’edizione 2006/2007 (la terza) arrivando quarto e poi nel 2011 (settima edizione) con l’attrice Sara Santostasi con cui si classifica secondo. Conclude la sua esperienza ad "Amici" con la proposta di Maria De Filippi di entrare a far parte del corpo di ballo dei professionisti di "Amici". Gaudino balla con Louise Heise. Non poteva mancare "Mattia Zenzola" presenter internazionale di Zumba, con uno spettacolo inedito. Sempre durante la prima serata andrà in scena il "Fashion Rising Stars" che è uno degli eventi imperdibili dell'estate Giovinazzese. Basato su un format dedicato alle sfilate di moda e alla danza, è organizzato da quattro anni dall'ADDS Cuban Club Bari, con la direzione artistica della professionista Antonella Illuzzi, in collaborazione con "Le Spose di Angy" di Trani, prestigioso atelier della stilista Angela Maffeo.

Per la seconda serata di sabato 24 agosto grande appuntamento con l'Orchestra Italiana di Casadei. Oggi l'Orchestra Italiana è guidata da Mirko Casadei, figlio del noto Raoul Casadei, il re del “liscio”, ovvero la terza generazione di un progetto musicale che ha fatto ballare almeno quattro generazioni di italiani. Durante l'estate 2019 in tour in tutta Italia (le date su casadei.it) con il nuovo singolo "Solo per stare con te". L'Orchestra è stata fondata nel 1928 dal maestro Secondo Casadei (1906-1971), autore di “Romagna Mia”, ed ha avuto il suo più grande successo nel 1972 quando Raoul Casadei, nipote di Secondo, dopo la sua scomparsa, lanciò la canzone “Ciao Mare” che fece ballare tutta l’Italia a suon di “liscio”. Fu Raoul Casadei ad inventare in quegli anni la parola "Liscio", entrata poi nel vocabolario italiano. Con il suo pop-folk Mirko Casadei ha portato un’aria nuova per il popolo del ballo, proponendo nuovi sound e contaminazioni musicali. Il pop-folk è un genere che attinge alle radici del folk e si avvicina alla musica pop nei suoni e nel linguaggio. La nota orchestra delizierà il pubblico con la sua musica e gli strepitosi ballerini danzeranno sulle musiche coreografate dalla ballerina professionista nonché direttrice artistica Antonella Illuzzi.

La tre giorni di spettacolo si chiude domenica 25 agosto con la formazione tarantina “White Queen” che esegue i famosissimi brani dei "Queen" di Freddie Mercury. Il nome è stato ricavato da un brano dei "Queen" edito nel 1974. Il loro è uno spettacolo ricco di musica, teatralità, trasformismo, cabaret. Unica in tutta Italia per la fedeltà con cui ogni componente replica il suo corrispettivo idolo. Spiccata è la somiglianza del leader della formazione tarantina a Freddie Mercury: con movenze e l'uso di abiti stravaganti e provocatori, dimostra di avere una presenza scenica molto suggestiva. Ancora più sorprendente è l'immagine sul palco di Brian May, Roger Taylor e John Deacon. Quattro ragazzi che si catapultano negli anni più magici della musica, rivisitando i più grandi successi musicali e scenografici del gruppo. Tra i vari videoclip prevale "I want to break free", fortemente malizioso per un esilarante travestimento femminile collettivo, e "Living on my own", nel quale irrompe l'animazione di un'eclettica Dragqueen, utile a delineare meglio l'aspetto trasgressivo. L'obiettivo della formazione tarantina è di fare conoscere la musica dei Queen alle nuove generazioni e di mantenere vivo il ricordo di quel cantante dalla voce forte e possente, il vero ed unico show man delle grandi arene, ovvero l'ultimo immortale Freddie Mercury.

Più di ottanta ballerini danzeranno su questo palco prestigioso che anno dopo anno cresce sempre di più, uno spettacolo fatto di preziosi frammenti dei tanti balletti, frutto di un intero anno di lavoro e dedizione. Tutte e tre le serate saranno presentate dalla giornalista e presentatrice Maria Giovanna Labruna insieme all’attore comico Max Boccasile.

Lascia il tuo commento
commenti