Estate giovinazzese

Gamberemo, chi vincerà la 28esima edizione? I 5 rioni a caccia del Palio

La gara comincia stasera dalle 20,30 a Giovinazzo in piazza Vittorio Emanuele II. La Concattedrale alla ricerca dello storico poker

Attualità
Giovinazzo mercoledì 14 agosto 2019
di La Redazione
Gamberemo 2015
Gamberemo 2015 © Dino Mottola

Una data insolita ma lo spettacolo come sempre è garantito. Stasera, mercoledì 14 agosto (di solito il Palio si corre il giovedì) a partire dalle 20,30 in piazza Vittorio Emanuele II, in scena la 28esima edizione del "Gamberemo", il palio dei rioni organizzato dalla Touring Juvenatium. Concattedrale (giallorosso), Immacolata (biancazzurro), Sant'Agostino (nerazzurro) San Domenico (bianconero) e San Giuseppe (biancoverde) sono le cinque squadre che sfideranno nella gara di abilità fisica e destrezza che rimandano alle tradizionali attività giovinazzesi, che si snoderà tra la piazza e cala Porto. Si comincia con la pittoresca sfilata di squadre e tifosi. Ogni team, secondo l'ordine di arrivo della passata edizione, fa il suo ingresso in piazza e compie un giro tra le due li di folla che seguono la manifestazione. Intorno alle 21 partirà la gara vera e propria. La griglia decisa dagli ultimi TourinGames è la seguente: San Domenico, Sant'Agostino, San Giuseppe, Concattedrale e Immacolata. Dopo tre successi di fila la Concattedrale prova a centrare il poker. Tra i rioni quello che non vince da più tempo è Sant'Agostino: i nerazzurri non trionfano al Gamberemo dal 2007, ben 12 anni.

La gara

La competizione è composta da diverse prove. Si parte all'altezza del Municipio con una staffetta riservata a bambini e bambine che percorreranno un giro intorno alla piazza. Subito dopo toccherà ad una coppia di uomini compiere due giri con il primo remo, a cui seguirà una seconda coppia con l'altro remo che dovrà percorrere sempre due giri di piazza. La prima parte della gara è completata da una frazionista con una boa che effettuerà un giro per poi arrivare in Cala Porto. Qui parte la frazione in acqua (che in genere decide la gara): le imbarcazioni dovranno percorrere un tratto di mare fino al molo di Levante, prelevare una bandierina e fare ritorno. All'arrivo il frazionista designato torna in piazza per il gioco dei fiscoli: due atleti per squadra ne posizionano otto più il coperchio su un asta. Quindi si parte per le ultime frazioni: la corsa con i sacchi e la corsa con la bandiera; gli atleti maschi compiono un giro e mezzo mentre le donne mezzo giro. La linea del traguardo è fissata nei pressi del Municipio.



Lascia il tuo commento
commenti