L'anno scolastico appena concluso

Mi cimento, duque sono. Gli straordinari ragazzi del Liceo Spinelli di Giovinazzo colpiscono ancora

Mario Boccardi e Vincenzo Marzella di 4B scientifico ammessi alla scuola di orientamento estivo della prestigiosa Sant'Anna di Pisa. Successi inoltre nei concorsi di chimica, scienze e neuroscienze

Attualità
Giovinazzo lunedì 17 giugno 2019
di La Redazione
La squadra di chimica del Liceo Matteo Spinelli
La squadra di chimica del Liceo Matteo Spinelli © Nc

Ammissioni in prestigiose scuole. Risultati eccellenti in concorsi e competizioni. Continua lo stato di grazia del Liceo Matteo Spinelli di Giovinazzo, da quest'anno diretto da Carmelo D'Aucelli, che si conferma faro di una comunità e presidio culturale della città.

La voglia di mettersi in gioco - si legge in una nota -, di misurarsi con situazioni inedite, il desiderio di relazionarsi tra pari nell’ambito più stimolante e dinamico che si possa immaginare: quello della conoscenza. Non per mero spirito competitivo, ma nella convinzione che il confronto, con se stessi, con gli altri, con quanto esula dal rassicurante contesto quotidiano, sia occasione irrinunciabile per acquisire consapevolezza di sé e del mondo, per crescere culturalmente e umanamente.

Con questo spirito, anche quest’anno, secondo una prassi consolidata, l’esperienza del sapere maturata tra i banchi del liceo “Matteo Spinelli” di Giovinazzo si è aperta alle più diverse e qualificate opportunità di crescita, in particolare provenienti da enti accreditati e da prestigiose realtà universitarie, adeguatamente vagliate dai docenti del liceo giovinazzese, in primis dalla professoressa Pasqua Triggiani, insegnante di scienze e referente dell’orientamento.

Lusinghieri riscontri sono stati raccolti particolarmente dagli studenti delle quarte e quinte classi. È il caso di Mario Boccardi e Vincenzo Marzella, frequentanti la 4B Scientifico, classificatisi tra i 233 ammessi degli oltre 800 candidati alla scuola di orientamento estiva della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa: un’esperienza riservata a pochi ragazzi fortemente motivati, provenienti da tutta Italia. Quest’estate Boccardi e Marzella seguiranno un fitto e pregevole programma di orientamento universitario, rispettivamente preso la Scuola Normale Superiore e la Scuola Superiore Sant’Anna.

Grandi soddisfazioni per gli studenti dello “Spinelli” sono giunte, inoltre, dalla partecipazione a numerosi concorsi e gare di pertinenza scientifica: un’occasione preziosa per affacciarsi all’ambiente universitario in vista della delicata scelta, prossima per i maturandi, dell’indirizzo di studio. Preparati con entusiasmo dalla professoressa Triggiani mediante la somministrazione di test e guidati nell’approfondimento di tematiche specifiche non contemplate dai programmi curriculari, questi ragazzi si sono costruttivamente confrontati con coetanei provenienti da varie realtà scolastiche. I risultati conseguiti sono notevoli.

Tra gli allievi che hanno gareggiato per partecipare ai “Giochi della Chimica 2019”, si sono distinti nella “fase d’Istituto” Giancarlo Andriano, Mario Boccardi, Francesca Carannante, Giorgia Deceglie, Cosimo Ditillo, Gianfranco Giangregorio, Michele Lasorsa, Francesco Piscitelli e Vincenzo Marzella, qualificatisi per le finali regionali. Queste ultime, svoltesi sabato 4 maggio presso l’Università di Bari, hanno visto protagonista l’alunno Vincenzo Marzella, che ha conquistato un lodevole quarto posto con attestato di merito.

La partecipazione ai Giochi è stata incoraggiata indipendentemente dal curriculum scolastico, nella convinzione che l’inclusività e le pari opportunità siano presupposti non negoziabili della Scuola pubblica. L’occasione di mettersi alla prova con la propria emotività, la propria capacità di concentrazione, le proprie competenze non va preclusa a nessuno. Una prospettiva vincente: tutti i nostri partecipanti hanno ottenuto un ottimo piazzamento nella graduatoria finale, ma soprattutto hanno fatto un pieno di esperienze da ricordare.

Risultati significativi per l'Istituto anche sul fronte delle Biotecnologie e della Biologia: al concorso nazionale “Cusmibio 2019”, tenutosi il 23 maggio presso il dipartimento di Scienze Biotecnologiche dell’Università di Bari, gli studenti delle classi quarte e quinte si sono cimentati in soli 30 minuti con un test di 32 domande, alcune delle quali in lingua inglese. Ben cinque allievi dello “Spinelli” hanno ricevuto in premio una “Settimana da Ricercatore” presso l’Università di Bari: uno splendido successo che permetterà ai vincitori di condividere la scrivania e gli strumenti di laboratorio con professori universitari e laureandi. Gianfranco Giangregorio, terzo classificato nella graduatoria di Bari, insieme ai compagni di classe Francesca Carannante, Antonio Lasorsa, Alice Palermo e Sabrina Riccardo, anch’essi classificatisi molto bene, assisterà i ricercatori nei più vari campi della disciplina: Scienze del farmaco, Tecnologie alimentari, Chimica organica, Fisiologia vegetale e Zoologia. Degno di nota anche il piazzamento dell’alunna Simona Demartino, quarta nella graduatoria degli studenti delle quinte classi.

Ultime, non per importanza, le “Olimpiadi di Neuroscienze”, tenutesi il 16 marzo all’Università degli Studi di Bari, nelle quali per la prima volta la nostra scuola si è cimentata. Nicola Dibitetto, Francesco Piscitelli, Simona Demartino, Michele Trani e Andrea Cervone, studenti del quinto anno, hanno preso parte alle finali regionali, articolate in due fasi: la risoluzione di gruppo di un cruciverba e quella di un quiz individuale.

Il nostro liceo, dall’a.s. 2018/2019 guidato dal D.S. Carmelo D’Aucelli, non mancherà di partecipare a queste e analoghe occasioni di confronto anche in futuro, confidando nel valore formativo dell’esperienza.

Lascia il tuo commento
commenti