La nota

​Xylella, il sindaco Depalma chiede un incontro urgente a Città Metropolitana e Anci

La richiesta del primo cittadino di Giovinazzo: un tavolo tecnico per stabile le misure economiche per le azioni di prevenzione. «Non possiamo lasciare soli gli olivicoltori della nostra terra»

Attualità
Giovinazzo martedì 14 maggio 2019
di La Redazione
Ulivo devastato dalla Xylella
Ulivo devastato dalla Xylella © n.c.

L’avanzare delle xylella dal Salento alle porte della provincia di Bari ha messo in allarme già da tempo il sindaco di Giovinazzo. Le ultima notizie diffuse dai mass media pugliesi sono tutt’altro che rassicuranti. Tommaso Depalma - si legge in una nota diffusa dall'amministrazione comunale - più volte ha cercato interlocutori istituzionali sovra comunali per capire le strategie da mettere in campo, ma fino ad ora non è accaduto nulla.

Tant’è che il sindaco ha deciso di scrivere ad Antonio Decaro, nel doppio ruolo di sindaco della Città Metropolitana di Bari e presidente nazionale dell’Anci, e a Domenico Vitto, presidente dell’Anci Puglia, chiedendo che venga convocato con urgenza un tavolo tecnico di concertazione al fine di redigere una proposta programmatica unitaria da sottoporre alla Regione Puglia e al governo nazionale per stabilire con urgenza le misure economiche che dovranno essere erogate a favore dei Comuni per porre in essere tutte le azioni di prevenzione contro il terribile batterio.

«Non possiamo lasciare soli gli olivicoltori della nostra terra ad affrontare un pericolo che potrebbe mettere in ginocchio un comparto fondamentale della nostra economia - dichiara Depalma -. Allo stesso tempo è assurdo pensare che i Comuni possano a loro volta essere lasciati soli ad arginare questa emergenza. Mi auguro che Antonio Decaro, nella sua doppia veste, ci convochi quanto prima e soprattutto ci dia presto delle risposte».

Lascia il tuo commento
commenti