La disputa

Buche stradali, Forza Italia e Partito Democratico si scontrano su Facebook

La foto pubblicata dai Dem sull'asfalto in cattive condizioni di via IV Novembre suscita le ire dei forzisti. Si scatena una battaglia a colpi di post

Attualità
Giovinazzo giovedì 14 febbraio 2019
di La Redazione
Via IV Novembre
Via IV Novembre © Nc

Uno scontro a colpi di post sulla precaria situazione di alcune strade di Giovinazzo. È questo quanto accaduto su Facebook tra Forza Italia e Partito Democratico. La battaglia è divampata attorno ad una foto del manto stradale tutt'altro che in buone condizioni di via IV Novembre (già nota ai nostri lettori per essere stata oggetto di una segnalazione) pubblicata dai Dem sulla propria pagina, che fa seguito ad una campagna lanciata dal partito per denunciare la situazione delle strade cittadine.

L'immagine ha suscitato la reazione di Forza Italia che ha così risposto: «Il solito post capzioso e fuorviante. La zona fotografata è interessata dai lavori della dorsale Wi-Fi e video-controllo finanziati attraverso i fondi veicolati da una delle partecipate del Comune di Giovinazzo, ovvero la Conca Barese». Il riferimento, peraltro esplicito, è al consigliere Pd Gianni Camporeale che presso questo ente è impiegato. I forzisti hanno rassicurato i cittadini affermando che si tratta di lavori in corso e che il nuovo asfalto sarà posato entro febbraio.

La replica piccata del Pd non si è fatta attendere: «Non vi è alcuna segnaletica che indichi la presenza di un cantiere e tanto meno nessun avvertimento ai passanti di quanto le buche possano costituire un pericolo per pedoni o autovetture. Riteniamo questa immagine una testimonianza, come tante altre, che parlano di un paese ormai ridotto ad uno scolapasta». Ma Forza Italia non ha mollato la presa, affermando che se la parte di strada non è stata transennata dai vigili non è considerata un'insidia occulta: «Anche questa volta siete stati colti in castagna a segnalare strumentalmente qualcosa che non è come voi raccontate», hanno concluso i militanti azzurri.

Chiamato in causa direttamente, è intervenuto nella disputa Gianni Camporeale: «Quale è l'associazione tra il finanziamento ricevuto grazie alla Conca Barese e tale foto inviata da un cittadino a cui è stata data la possibilità di documentare lo stato di un luogo?», si è chiesto il consigliere comunale. Camporeale inoltre ha aggiunto che la Conca Barese non è certo l'ente deputato al controllo dei lavori. «Ad ogni buon conto - ha concluso ironico il consigliere - grazie per avermi tirato in ballo, perché, mio malgrado, difetto di protagonismo e pertanto l'essere associato in un colpo solo a due questioni (il finanziamento per Giovinazzo e l'aver dato voce "istituzionale" ad un cittadino) è per me motivo di soddisfazione. Grazie ancora per aver reso più percettibile e visibile il mio impegno per la città».


Lascia il tuo commento
commenti