La nota

Istituto Vittorio Emanuele II, Depalma: «La Regione pronta a finanziare il progetto di recupero»

Secondo il Sindaco di Giovinazzo c'è l'interesse concreto di Indire e Università di Bari

Attualità
Giovinazzo giovedì 07 febbraio 2019
di La Redazione
Istituto Vittorio Emanuele II, già convento dei domenicani
Istituto Vittorio Emanuele II, già convento dei domenicani © Nc

Il Vittorio Emanuele II verso il recupero. Si è tenuto a Bari nei giorni scorsi un incontro tra il sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma, il delegato al Patrimonio della Città Metropolitana, Vito Lacoppola, e il Capo di Gabinetto del presidente Michele Emiliano, Claudio Stefanazzi, per discutere sullo stato dell’arte dell'Ive, il grande edificio, già ex convento dei domenicani di proprietà della Città Metropolitana.

Nel corso dell’incontro - si legge in una nota - il sindaco Depalma ha ribadito di aver assolto al compito di intercettare eventuali soggetti interessati alla gestione del sito. Al momento c’è stata una manifestazione di interesse da parte di Indire, (l'Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa, il più vecchio ente di ricerca del Miur) e dell’Università degli Studi di Bari. Al contempo il sindaco ha evidenziato che una parte dell’immobile andrebbe lasciata a disposizione di manifestazioni in ambito culturale, altre parti a disposizione della Città Metropolitana di Bari e della Regione Puglia e le restanti potrebbero essere messe a disposizione degli istituti scolastici di Giovinazzo.

La Regione Puglia, rappresentata da Claudio Stefanazzi, ha chiesto alla Città Metropolitana un piano dei costi per la ristrutturazione del sito confermando la disponibilità a cercare le risorse necessarie per il rilancio dell’immobile. Il delegato Lacoppola ha riferito che la Città Metropolitana ha già effettuato un primo studio, considerando che nell’immobile ci sono parti agibili e parti inagibili, e che a breve informerà gli altri soggetti intervenuti sia sui costi preventivati che sulle mosse successive da intraprendere.

«Cercheremo di fare tutto il possibile per rilanciare l’Istituto Vittorio Emanuele - dichiara il sindaco Tommaso Depalma -. Quella struttura non è solo un’appartenenza affettiva, sono certo che un suo rilancio possa rappresentare un volano importante per tutta l’economia giovinazzese. Nel frattempo, ho chiesto di poter incontrare il sindaco metropolitano, Antonio Decaro, e i rappresentanti dell’associazione Gli Amici dell’IVE per metterli al corrente degli ultimi sviluppi. Ovviamente insieme al delegato metropolitano, Nicola De Matteo, al quale faccio i miei più affettuosi auguri per la recente rinomina».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • michele camporeale ha scritto il 07 febbraio 2019 alle 09:42 :

    Gentile sindaco apprendiamo a mezzo stampa dell'interesse rinnovato e delle istituzioni per il destino dell'Istituto Vittorio Emanuele; come gruppo FAI siamo impegnati da molti anni in iniziative anche nazionali volte a segnalarne l'importanza storica e le condizioni di degrado in cui verte, auspicando la sua centralità nell'agenda cittadina. anticipiamo a seguito del risultato lusinghiero raggiunto nel censimento nazionale dei luoghi del cuore promosso dal FAI in campo nazionale, 62° posto tra 37 mila siti segnalati con 6596 voti raccolti, che parteciperemo ad un bando promosso dal FAI finalizzato a raccogliere idee di riuso da finanziare. Ci aspettiamo un reale coinvolgimento perchè l'impegno profuso non venga vanificato Rispondi a michele camporeale