L'iniziativa

Il teatro come veicolo di promozione sociale, al via "Fondamenta",

Da oggi 15 ragazzi saranno impegnati nel workshop di Fita in collaborazione con l'Ic Bosco-Buonarroti. Sabato 12 gennaio l'evento conclusivo in Sala Marano

Attualità
Giovinazzo mercoledì 09 gennaio 2019
di La Redazione
A Giovinazzo c'è
A Giovinazzo c'è "Fondamenta", il workshop di teatro sociale © Nc

Quindici ragazzi tra i 18 e i 30 anni già attivi in ambito sociale da oggi, mercoledì 9 gennaio, prenderanno parte gratuitamente ad un workshop di 18 ore che terminerà sabato con una dimostrazione insieme agli alunni disabili dell’istituto ospitante, dove saranno messe in mostra le tecniche apprese. È questo "Fondamenta - Una rete di giovani per il sociale”, l'iniziativa promossa della Federazione Italiana Teatro Amatori in collaborazione con l'Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco-Buonarroti.

I lavori saranno condotti dalla teatro-terapeuta Maria Teresa Liuzzi e dall’acting coach e direttore artistico della Fita Puglia Luigi Facchino. I due educatori e pedagogisti formeranno i partecipanti nell’uso dei linguaggi con particolare attenzione a quello del teatro di figura, da utilizzare come strumenti di promozione sociale, in situazioni di fragilità e di disagio. I primi due giorni saranno dedicati a lezioni frontali, durante le quali si cercherà di trasmettere loro un certo approccio legato alla sensibilità. Nel terzo, poi, si terrà il laboratorio nel quale i partecipanti lavoreranno insieme agli studenti disabili della scuola che ospiterà i lavori. Infine, sabato 12 gennaio nella sala Marano all’interno dell’ex Istituto Vittorio Emanuele si terrà la l’evento conclusivo informativo.

Tutti i curricula arrivati – ha spiegato Anna Maria Carella, presidente della Fita Puglia, organizzatore del workshop – sono di alto profilo, quasi tutti laureati in Scienze dell’Educazione, Psciologia e gente che opera già nei settori di disagio come assistenti sociali”. Le richieste sono giunte numerose e da tutte le province della Puglia. Per coloro i quali siano residenti oltre i 30 km di distanza dalla location del workshop, oltre a concedere la partecipazione gratuita, la Fita offrirà anche vitto e alloggio in una struttura ricettiva di Giovinazzo.

Mi fa molto piacere aver ricevuto richieste di partecipazione da tutta la regione e soprattutto da gente non legata alla nostra federazione, ma che ha reperito informazioni altrove”. Il progetto “Fondamenta – Una rete di giovani per il sociale” prevede complessivamente ventuno workshop, uno per ogni regione ed è realizzato da Fita con l’Associazione Nazionale di Azione Sociale (Anas) e il Comitato Fita di Pordenone come partner. È reso possibile dal finanziamento ottenuto dalla Federazione vincendo un apposito bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Lascia il tuo commento
commenti