La nota

Istituto Vittorio Emanuele, dopo 50 anni sulla torre dell'orologio torna il pinnacolo a sfera

L'iniziativa in collaborazione con la Fondazione Michele Cea. De Matteo: «Recupero di una parte di questo storico luogo»

Attualità
Giovinazzo lunedì 05 novembre 2018
di La Redazione
Il pinnacolo a sfera sulla torre dell'orologio dell'Ive
Il pinnacolo a sfera sulla torre dell'orologio dell'Ive © Nc

Dopo ben 50 anni è ritornato al proprio posto il pinnacolo a sfera che ora fa bella mostra di sé sulla torre dell’orologio dell’Istituto Vittorio Emanuele II di Giovinazzo. La sfera in pietra - si legge in una nota diffusa dalla Città Metropolitana di Bari - è proprio quella originale che all’epoca fu rimossa perché pericolante e pericolosa. Conservata gelosamente dall’ex allievo dell’Istituto Stefano Montagna, oggi dipendente della Città Metropolitana di Bari, è stata ricollocata al suo posto sabato scorso da una squadra specializzata di operai.

«Mi sono personalmente impegnato – afferma Nicola De Matteo Delegato del Sindaco Decaro all’ex convento domenicano – per restituire, dopo 50 anni, un elemento architettonico importante della torre dell’orologio che domina dall’alto l’atrio dell’Istituto, oggi piazzetta Martinelli. L’intento è quello di recuperare una parte di storia di questo posto dove ritrovano dignità le infanzie e le adolescenze di tanti uomini che, in cammino verso la vita, sono forti esempi di onestà e rettitudine morale. Ci sono gesti, come le buone azioni che lasciano un segno da memorizzare anche per il futuro. Non una scelta d’istinto, ma una scelta di cuore, di passione, di consapevolezza, nell’aria luminosa di questo novembre ricca di mistero ed energia che si arricchisce di nuova luce. Un ringraziamento particolare rivolgo alla Fondazione Michele Cea che mi è stata particolarmente vicina per la realizzazione di questo evento storico».

Un altro tassello, quindi, che viene aggiunto al quel concetto di valorizzazione della struttura così caro al Sindaco della Città Metropolitana di Bari Ing. Antonio Decaro.

Lascia il tuo commento
commenti