L'intervista

Michele Sollecito racconta l'anno scolastico che verrà

Vaccini, situazione degli edifici scolastici, nuovi dirigenti scolastici e rapporti tra famiglie e insegnanti. Le risposte dell'assessore alla pubblica istruzione di Giovinazzo

Attualità
Giovinazzo mercoledì 12 settembre 2018
di Nicola Palmiotto
Michele Sollecito
Michele Sollecito © GiovinazzoLive.it

Vaccini, situazione degli edifici scolastici, rapporti tra insegnanti e famiglie, la petizione per l'ora di educazione civica ma anche un saluto ai nuovi dirigenti scolastici. Sono questi alcuni dei temi dell'anno scolastico 2018-2019 ormai alle porte sui quali l'assessore alla pubblica istruzione nonché vicesindaco di Giovinazzo Michele Sollecito ha fornito le proprie risposte.

«La decisione sui vaccini - spiega Sollecito - è stata presa anche per chi non si può vaccinare». Sugli edifici scolastici invece ci sono buone notizie per il liceo Spinelli: a fine agosto scorso è stata firmata la determina di aggiudicazione dei lavori da parte della Città Metropolitana per sistemare i solai di quattro aule e due bagni.

Alla guida dei due istituti comprensivi cittadini quest'anno ci sono altrettanti nuovi dirigenti: la professoressa Pugliese prende il posto della Rossiello alla Don Saverio-Marconi, mentre la professoressa Scorza sostituisce Bonasia alla San Giovanni Bosco-Buonarroti. Nuovo dirigente anche per il liceo Spinelli e Ipsia Banti, Carmelo D'Aucelli che ha preso il posto di Franco Allegretta. «Un caloroso benvenuto ai nuovi dirigenti - ha affermato Sollecito -. Il mio auspicio è quello di collaborare con loro per continuare a far crescere le scuole di Giovinazzo».

Michele Sollecito ha anche evidenziato, alla luce degli episodi di cronaca degli scorsi mesi, la linee guida dei rapporti tra famiglie e insegnanti: «Non bisogna infrangere la serenità del clima lavorativo e del clima di apprendimento degli studenti».

Lascia il tuo commento
commenti