Chiesa di San Domenico

Restaurata la cripta della chiesa di San Domenico

Venerdì l’inaugurazione con il Vescovo don Mimmo Cornacchia

Attualità
Giovinazzo martedì 23 novembre 2021
di La Redazione
La cripta di San Domenico prima dei lavori di restauro
La cripta di San Domenico prima dei lavori di restauro © Archivio Mino Ciocia

La cripta di San Domenico diventa salone pastorale. Lo spazio è quello sottostante l’altare maggiore della chiesa, anticamente luogo di sepolture, oggi rinato a nuova vita grazie all’8 per mille che ne ha permesso il recupero, il restauro e la messa in sicurezza. La cripta altro non è che lo spazio tra le fondazioni della stessa chiesa. Fondazioni ad arco che sviluppano un’area di oltre 100 metri quadri che potrà ospitare per incontri e convegni dalle 80 alle 100 persone. A progettare il recupero l’architetto Angelo La Notte, insieme al suo collega Nicola Gaudio. Saranno loro a presentare le fasi della ristrutturazione venerdì prossimo al termine della celebrazione eucaristica delle 18,30 presieduta dal Vescovo don Mimmo Cornacchia. La nuova sala parrocchiale sarà intitolata al Beato Nicola Paglia nel corso dell’evento che tra l’altro segna l’ottavo centenario della morte di San Domenico Guzmàn. 

Lascia il tuo commento
commenti