Campagna vaccinale

Terza dose di vaccino: una circolare detta le linee guida

Ad essere coinvolti gli ultraottantenni e il personale e gli ospiti dei presidi sanitari per anziani

Attualità
Giovinazzo domenica 03 ottobre 2021
di La Redazione
Vaccini
Vaccini © MolfettaLive.it

Il dipartimento Politiche per la Salute ha diffuso una circolare sul piano strategico vaccinazione anti covid 19 con l’avvio della campagna di somministrazione delle terze dosi e con le indicazioni operative.

«Si avvia una nuova fase del piano vaccinale contro COVID19, che possiamo definire come il passaggio dallo sprint alla maratona – spiega l’assessore alla Sanità, Pier Luigi Lopalco - L’esperienza maturata nei mesi scorsi e che ha portato la Puglia ai vertici delle coperture vaccinali ora servirà a rendere questa vaccinazione strutturale e sempre più integrata con le altre importantissime vaccinazioni offerte dal servizio sanitario regionale a partire da quella influenzale che partirà nelle prossime settimane».

Le indicazioni della circolare firmata dal direttore del dipartimento salute, Vito Montanaro fanno riferimento alle direttive ministeriali anche in vista del prossimo avvio della campagna di vaccinazione antinfluenzale. Per questo, secondo la circolare, tutte le articolazioni del Servizio Sanitario Regionale devono garantire la somministrazione della dose aggiuntiva de vaccino anticodiv nel più breve tempo possibile. Terza dose che è prevista per gli over 80 e per il personale e gli ospiti dei presidi residenziali per anziani. L’accesso alla vaccinazione avverrà attraverso i canali già sperimentati per le precedenti vaccinazioni, ossia attraverso gli sportelli Cup delle Asl, attraverso le farmacie convenzionate o attraverso il sito web Pugliasalute, oppure per chiamata diretta o mediante appuntamento fissato con il proprio medico di base.  

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pasquale ha scritto il 04 ottobre 2021 alle 19:53 :

    L'amministrazione e la città intera si attivino affinché si apra un centro vaccinale a Giovinazzo! Città molto più piccole ne hanno uno. Non è concepibile che i nostri concittadini, in particolare gli anziani o le categorie più disagiate, siano costretti a spostarsi in un'altra città per vaccinarsi con tutti i disagi e le difficoltà di trasporto per raggiungere un centro vaccinale. Questo è uno dei tanti problemi di cui soffre la nostra città subalterna alle città vicin, con servizi peggiori e incapace di un salto di qualità. Rispondi a Pasquale

    Franco ha scritto il 05 ottobre 2021 alle 11:04 :

    I vaccini li faranno i medici di famiglia, come si è sempre fatto finora, senza fare tanto teatro e sprecare soldi pubblici. Rispondi a Franco